Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Raffadali, la rissa con utilizzo di coltello e mattone: due all’abbreviato

Raffadali, la rissa con utilizzo di coltello e mattone: due all’abbreviato

Due imputati chiedono il giudizio abbreviato, gli altri due la “messa alla prova”. Sono i quattro soggetti, coinvolti e arrestati per la rissa, scoppiata nel pomeriggio del 29 gennaio scorso, in via F/26, a Raffadali, con tanto di utilizzo di un tondino in ferro, un mattone e coltello. La zuffa era stata sedata dai carabinieri.
Si tratta di Salvatore Russo, 41 anni; Hussain Muhammad Hanif, 24 anni; Stefano Vecchio, 31 anni e Daniele Militello, 33 anni. Russo e Hanif hanno chiesto l’abbreviato, Militello e Vecchio la “messa alla prova”.
Il giudice del Tribunale di Agrigento, Fulvia Veneziano, ha rinviato l’udienza per direttissima al 5 marzo per decidere. Gli indagati sono difesi dagli avvocati Daniele Re, Agnesa Neculai, Giuseppe Pedalino e Rosa Panarisi. Dopo l’arresto, il pubblico ministero Elenia Manno li aveva posti ai domiciliari.
Il giudice, dopo l’udienza di convalida aveva disposto i domiciliari per Russo, e l’obbligo di firma per gli altri tre. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri Russo e Muhammad Hanif avrebbero fatto a botte con Vecchio e Militello. Proprio quest’ultimi due avrebbero avuto la peggio, riportando delle lesioni, per fortuna non gravi.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su