Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Porto Empedocle, Guardia Costiera al via l’operazione”Mare Sicuro” si conluderà a Settembre

Porto Empedocle, Guardia Costiera al via l’operazione”Mare Sicuro” si conluderà a Settembre

Lo scorso 16 giugno ha preso il via l’operazione della Guardia costiera denominata “Mare Sicuro 2018” che, come ogni anno, mira a garantire il sicuro svolgimento della stagione balneare ed una corretta fruizione delle spiagge e del mare. Per l’Operazione “Mare sicuro 2018”, disposta a livello nazionale dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, nella giurisdizione del Circondario Marittimo di Porto Empedocle (dalla foce del torrente Bellapietra alla foce del fiume Naro, comprendente i comuni costieri di Agrigento, P. Empedocle, Realmonte, Siculiana, Montallegro, Cattolica Eraclea, Ribera e parte del Comune di Sciacca), nel periodo 16 giugno – 16 settembre verranno impiegati 40 militari circa, 3 motovedette (CP 860, CP 527, CP 765), 1 battello pneumatico litoraneo (GC 111/B), 7 mezzi terrestri, questi i numeri dell’attività operativa che vedrà il personale della Guardia costiera ogni giorno presente lungo le spiagge e in mare, presso gli stabilimenti balneari e nelle strutture dedicate alla nautica da diporto, impegnato a prevenire e reprimere gli eventuali comportamenti contrari alla disciplina di sicurezza della navigazione e della balneazione, allo scopo di impedire ogni condotta imprudente in mare e lungo le coste allo scopo di evitare incidenti e favorire una sicura, serena e libera fruizione dei litorali. Tali obiettivi sono strettamente connessi alla tutela e protezione dell’ambiente marino e costiero e delle risorse ittiche, attività che la Guardia costiera svolge come prioritaria per l’intero arco dell’anno e che nel periodo estivo viene ulteriormente perseguita con sempre maggiore sforzo operativo in considerazione del noto incremento delle criticità connesse con la depurazione, nonché delle condotte illecite in danno dell’ambiente marino. L’operazione prevede l’impiego di pattuglie del Nucleo operativo difesa mare per verifiche sulle strutture balneari e in genere sulle concessioni demaniali rilasciate dall’Amministrazione regionale, così da garantire il corretto utilizzo collettivo del bene spiaggia e, nel contempo, favorire il rispetto della  legalità.Le attività operative sono state precedute da un’intensa attività di prevenzione e informazione. In particolare, si è dato risalto all’utilizzo dell’utenza di emergenza “1530” e ed è stata data divulgazione alla disciplina della sicurezza balneare. Si è ormai consolidata la metodologia dell’autoverifica tramite “check list” che può considerarsi pienamente recepita dagli operatori turistici che autonomamente controllano preventivamente le proprie dotazioni di sicurezza fornendo consapevole collaborazione al personale militare che effettua le verifiche durante la stagione estiva.
Tutto ciò al fine di far risaltare sempre più il concetto “dell’agire responsabile” in capo ai bagnanti e diportisti in sosta e in transito.
Da sabato 16 giugno, l’operazione “Mare Sicuro 2018” è entrata così nel pieno della fase esecutiva allo scopo di rafforzare il dispositivo di sicurezza e prevenire e reprimere i comportamenti contrari alla disciplina della sicurezza della navigazione e della balneazione.
Le attività operative prevedono missioni svolte utilizzando il metodo del pattugliamento dinamico mare – terra, con l’ausilio  di tutti i mezzi navali a disposizione e delle autovetture di servizio. La scelta delle aree di pattugliamento è stata preceduta da un approfondita analisi sulle caratteristiche del litorale e dalla identificazione delle “aree calde” caratterizzata da maggiore presenza di bagnanti e traffico diportistico.

 

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su