Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > “I madonnari disegnano la Legalità”, stamattina premiazione a Canicattì

“I madonnari disegnano la Legalità”, stamattina premiazione a Canicattì

Hanno ascoltato con grande interesse gli studenti che stamattina hanno affollato la sala conferenze della chiesa santa Chiara, a Canicattì, in occasione della premiazione del concorso “I madonnari disegnano la legalità”, che si è svolto durante la “Settimana della Legalità 2017” in ricordo dei giudici canicattinesi uccisi dalla mafia Rosario Livatino e Antonino Saetta.

Dopo i saluti di don Giuseppe Argento, parroco della comunità che ha ospitato l’evento e assistente spirituale dell’associazione “Amici del Giudice Rosario Angelo Livatino”, il quale ha invitato i ragazzi a far moltiplicare i loro talenti e impegnarsi nel bene, hanno preso la parola Maria Ausilia Corsello, dirigente dell’istituto comprensivo “Verga”, e Valentina Garlandi, presidente dell’associazione intitolata al Servo di Dio definito da San Giovanni Paolo II “martire della giustizia e indirettamente della fede”. Le due hanno ringraziato i presenti e soprattutto gli allievi che hanno partecipato all’iniziativa del settembre scorso ricordando che ogni anno si registrano sempre più adesioni. A seguire è intervenuto Giuseppe Palilla, presidente emerito di “Amici di Livatino” e compagno di scuola del magistrato, il quale ha sottolineato l’importanza della memoria.

Infine, è intervenuto Salvatore Cardinale, presidente emerito della Corte d’Assise d’Appello di Caltanissetta e collega ad Agrigento di Rosario Livatino che, dopo aver tracciato un excursus sul periodo storico in cui ha vissuto Rosario Livatino, evidenziando il legame tra mafia, potere e imprenditoria, ha elencato le caratteristiche che, come recita la Costituzione, deve possedere un pubblico ufficiale rimarcando che il magistrato canicattinese le incarnava tutte. Cardinale ha concluso ricordando altre vittime della mafia come il presidente Antonino Saetta, gli appuntati Principato e Bartolotta e il maresciallo Guazzelli.

A seguire sono stati premiati i vincitori de “I madonnari disegnano la legalità 2017” e sono stati consegnati gli attestati a tutti i ragazzi che hanno partecipato al concorso.

Ha coordinato i lavori il giornalista Enzo Gallo.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su