Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, il Carnevale 2018 si farà?

Canicattì, il Carnevale 2018 si farà?

A meno di un mese dalla festa di Carnevale, a Canicattì non si hanno conferme sullo svolgimento della kermesse. Mentre fervono i preparativi negli altri comuni agrigentini per la tre giorni più attesa dell’anno in città sarà decisiva la settimana prossima. “Stiamo ultimando e definendo gli incontri con le parti interessate – afferma l’assessore Katia Farrauto – La prossima settimana faremo il punto definitivo del programma”.

Ci sarà ancora tempo per offrire a Canicattì una manifestazione dei livelli del passato, quando quello cittadino era il secondo carnevale della Sicilia?

E pensare i carristi storici si erano mobilitati già nel mese di ottobre, quando avevano costituito l’associazione “Unione dei carristi canicattinesi”convinti che l’evento potesse rappresentare una “risorsa di sviluppo economico sociale e di promozione della nostra città” annunciando la partecipazione di 6 carri alla manifestazione.

Intanto sarebbe andata quasi del tutto deserta la riunione che si è svolta in Comune, nei giorni scorsi, proprio sul Carnevale. La maggior parte dei carristi avrebbe disertato l’incontro. A quanto pare le associazioni non avrebbero avuto rassicurazioni dalla giunta sui rimborsi spese.

Dal 2013, con l’entrata in vigore del nuovo regolamento, alle associazioni di carristi che partecipano alla kermesse spetta un contributo variabile, calcolato sulla base delle caratteristiche del carro, tenendo conto di altezza, grandezza, larghezza, in modo che ognuno ottenga quanto merita. Invece, al primo classificato 10 mila euro. Cifra che, però, dipende dalle risorse economiche del comune che, quindi, può cambiare in base alle disponibilità dell’ente.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su