Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, l’apertura della “Brest Unit” all’ospedale. Granata lancia un appello alle istituzioni

Canicattì, l’apertura della “Brest Unit” all’ospedale. Granata lancia un appello alle istituzioni

Giancarlo Granata, consigliere del Ministro per gli Affari Regionali, Autonomie Locali e Famiglia, interviene in merito all’attivazione della “Breast Uni”t unità operativa di Senologia oncologica presso l’Ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì .

“L’apertura della Breast Unit – dichiara – consentirebbe all’Ospedale di Canicattì di diventare un’eccellenza contro il cancro al seno sia dal punto di vista diagnostico che nel trattamento del tumore alla mammella perchè si avvale di un team di specialisti dedicati che accompagnano la paziente nell’intero percorso della malattia dallo screening, all’approfondimento diagnostico, all’ intervento al Seno effettuato da specialisti di altissimo livello.  Trattasi – continua Giancarlo Granata – di un progetto sperimentale che è stato finanziato dall’Assessorato Regionale alla Sanità che vede nell’Ospedale di Canicattì la sede naturale considerato che nel nostro nosocomio esiste l’unità operativa di oncologia diretta egregiamente dal dottore Nino Savarino nella quale si eseguono la biopsie e gli altri esami diagnostici e pertanto è diventata punto di riferimento per gli altri ospedali della zona. Tuttavia, sebbene queste premesse, il progetto stenta a partire è vi è il fondato sospetto che altri vorrebbero trasferire tale importantissimo servizio in altri nosocomi della provincia di Agrigento”.

Secondo l’ex deputato regionale “è opportuno che ciascuno per la propria parte: il Sindaco e l’Amministrazione comunale , il Consiglio Comunale e tutte le forze sociali della nostra città si mobilitino affinché finalmente venga dato dalla Direzione ASP 1 di Agrigento all’Ospedale Barone Lombardo di Canicattì questo necessario segnale di attenzione  e fare in modo che il nosocomio canicattinese, già punto di riferimento per altri servizi sanitari, possa diventare un’eccellenza nella lotta del tumore al seno che purtroppo colpisce sempre più donne anche in una fascia di età inferiore ai 50 anni.”.

“Il mio è un appello accorato – conclude Giancarlo Granata – affinché con  la condivisione e l’impegno di tutti , si possa riscoprire quell’orgoglio di comunità che in taluni momenti ha consentito alla nostra città di raggiungere  importanti traguardi; per quello che mi riguarda su questa vicenda andrò avanti con la forza e la tenacia e la passione di sempre”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su