Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, la Torre dell’Orologio ritornerà funzionante

Canicattì, la Torre dell’Orologio ritornerà funzionante

71 mila euro: è il finanziamento che la Protezione Civile Regionale ha stanziato per la sistemazione della Torre dell’Orologio di Canicattì. Grazie a questi fondi il monumento simbolo della città tornerà funzionante.

Il progetto, redatto dall’Ufficio Tecnico comunale, prevede il rifacimento del prospetto esterno, degli interni, della pavimentazione, degli intonaci, degli infissi e di quanto possa rendere nuovamente fruibile e funzionante la torre.

Il piano è stato presentato, questa mattina, durante una conferenza stampa che si è svolta al Palazzo di Città, alla quale erano presenti il sindaco Ettore Di ventura, gli assessori Massimo Muratore ed Enzo Di Natali, il depurato regionale Gaetano Cani e il geometra Salvatore Bertolino, in rappresentanza dell’UTC.

Si tratta di un grande traguardo per l’amministrazione per la cui realizzazione è stata fondamentale la collaborazione del parlamentare canicattinese.

“Quando si lavora bene e insieme i risultati arrivano – ha dichiarato il sindaco Di Ventura – pertanto ringrazio l’onorevole Cani per l’impegno e l’interesse che ha dimostrato per la nostra città”.

“Non voglio essere ringraziato – ha replicato il deputato regionale – perché l’ho fatto per la nostra città. Quando si svolge un ruolo istituzionale dobbiamo rispettarci al di là dei colori politici. Ridare vita a quello che rappresenta la tradizione è solo una goccia nell’oceano ma insieme possiamo raggiungere grandi obiettivi”.

Con il restauro della Torre dell’Orologio la giunta auspica che siano “buoni anni per la città”- riprendendo l’epigrafe incisa sulla campana.

“Questa campana misura il tempo – ha ricordato l’assessore Muratore –  sia quindi auspicio di buoni anni per la nostra città”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su