Tu sei qui
Home > Attualità > Sciacca. Nuove misure per incrementare la raccolta differenziata

Sciacca. Nuove misure per incrementare la raccolta differenziata

rifiutiNuove misure per incrementare le percentuali di raccolta differenziata a Sciacca. Emessa oggi una nuova ordinanza, la numero 14, che reca “disposizioni per le attività commerciali per il conferimento dei rifiuti urbani e azioni immediate per l’avvio della raccolta differenziata nel territorio comunale”.

Ne danno comunicazione il sindaco Fabrizio Di Paola, che ha firmato il provvedimento, e l’assessore all’Ecologia Gaetano Cognata.

L’ordinanza n. 14 dispone:

1. Che le attività commerciali, quali ristoranti, bar, trattorie, pizzerie e strutture alberghiere, ricadenti all’interno dell’anello del Centro Storico delimitato tra le vie G. Licata, piazza G. Marconi, via Conzo, piazza Carmine, via Incisa, piazza Mariano Rossi, Corso Vittorio Emanuele, piazza Saverio Friscia, dovranno rispettare le modalità di RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA attraverso la selezione delle seguenti tipologie di rifiuto:
“UMIDO DIFFERENZIATO”;

“SECCO MUTIMATERIALE DIFFERENZIATO”;

“SECCO RESIDUALE”,

e rispettare il seguente ECO-CALENDARIO di raccolta:

Raccolta del rifiuto “UMIDO DIFFERENZIATO” da esporre in apposito contenitore, tutti i giorni compresa la Domenica, entro le ore 06.00; (“si dovranno utilizzare, ai sensi dell’art. 182-ter del D.lgs 152/06 sacchetti compostabili certificati a norma uni en 13432-2002”);

Raccolta del rifiuto “SECCO MUTIMATERIALE DIFFERENZIATO” (vetro, plastica, lattine, carta, cartone e, … ), nei giorni dal Lunedì – al Sabato, da esporre in apposito contenitore entro le ore 13.30;

Raccolta del “SECCO RESIDUALE” da esporre nell’apposito contenitore solo nella giornata di Martedì entro le ore 06.00;

2. Che le attività commerciali, quali sale trattenimento e Alberghi, non ricadenti nell’anello del Centro Storico, come sopra delimitato, si dovranno attenere alla differenziazione dei rifiuti secondo la seguente tipologia:
“UMIDO DIFFERENZIATO”;

“SECCO MUTIMATERIALE DIFFERENZIATO”;

“SECCO RESIDUALE”

da conferire negli appositi contenitori, nella loro disponibilità;

3. Che tutte le altre attività commerciali del territorio comunale, diverse da quelle di cui a precedenti punti 1) e 2) del presente provvedimento, si dovranno attenere alla differenziazione dei rifiuti secondo la seguente tipologia:
“UMIDO DIFFERENZIATO”;

“SECCO MUTIMATERIALE DIFFERENZIATO”;

“SECCO RESIDUALE”

Da conferire nei bidoni e cassonetti stradali, all’uopo contrassegnati secondo gli orari previsti;

Il provvedimento del Sindaco ORDINA:

Per le attività commerciali di cui ai punti 1) e 2), il divieto assoluto di conferimento dei rifiuti nei cassonetti e bidoni presenti lungo le pertinenze stradali o in altre zone pubbliche del territorio comunale;

Per le attività commerciali che ricadono nelle zone già interessate dal servizio di “Porta a Porta”, (centro storico, Contrada San Marco, Contrada Maragani, Contrada Renella, Contrada Isabella e Contrada Sant’Antonio), non comprese al punto 1), di attenersi alle modalità di raccolta previste nell’Ordinanza n. 13 del 15 luglio 2016

Lo scorso 15 luglio, si ricorda, il sindaco Fabrizio Di Paola aveva emesso l’ordinanza n. 12 avente ad oggetto “Disposizioni per il conferimento dei rifiuti urbani e azioni immediate per l’avvio della raccolta differenziata nel territorio comunale” e l’ordinanza n. 13 avente ad oggetto “Modifiche calendario di conferimento per le zone dove è previsto il servizio di raccolta differenziata dei Rifiuti Solidi Urbani “Porta a Porta”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su