Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Cupa, Fratelli d’Italia: “Trovare strategie comuni”

Cupa, Fratelli d’Italia: “Trovare strategie comuni”

cupa-agrigento“Programmare e ripartire per consentire un rilancio del Polo Universitario di Agrigento”. Interviene così il portavoce provinciale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Giuseppe Ciulla, sulla chiusura di alcuni corsi di laurea al Cupa.

“La politica ha certamente fallito, ma ora è il momento di rimboccarsi tutti le maniche per trovare strategie comuni che possano garantire un futuro ai tanti giovani di questa terra. Non è concepibile – aggiunge – che la struttura universitaria agrigentina sia stata solo ed esclusivamente presa come oggetto di campagna elettorale. Fratelli d’Italia di Agrigento propone che i Soci aprano a nuovi Enti, come ad esempio al Parco Archeologico di Agrigento. L’esperienza del Palacongressi potrebbe ripetersi per il Polo Universitario coinvolgendo altresì tutti i comuni della Provincia. L’errore fatto fino ad oggi è quello di pensare che una eventuale quota di partecipazione per il Cupa sia un ‘costo’; ma non si è mai considerato il valore di un ritorno in termini di crescita culturale e di sviluppo che coinvolge l’intera provincia agrigentina. Il teatrino della politica deve terminare. Lanciamo un appello soprattutto al commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale affinché possa in tempi brevi rivedere l’atto di recesso di quello che oggi è il principale finanziatore del Polo. Un appello  che rivolgiamo anche al presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, affinché vi sia una maggiore attenzione verso un territorio dalle mille difficoltà. Agrigento – conclude Ciulla – è la provincia dove tutto, o quasi, manca. Non si può permettere che una realtà di sviluppo e di speranza possa tragicamente morire per colpa di una becera amministrazione”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su