Tu sei qui
Home > Attualità > Sommatino. Galante propone di cedere il gettone di presenza alla Missione di Biagio Conte

Sommatino. Galante propone di cedere il gettone di presenza alla Missione di Biagio Conte

galante giuseppe (2)Il consigliere comunale di Sommatino, Giuseppe Galante, ha depositato una proposta affinché il consiglio comunale devolva il gettone di presenza alla “Missione Comune per Biagio Conte” volta a sostenere le attività della “Missione di Speranza e Carità”.

Nella proposta consiliare Galante ricorda che “Da circa 25 anni opera a Palermo la ‘Missione di Speranza e Carità’, fondata nel 1991 dal missionario laico Biagio Conte; attualmente nelle tre sedi della Missione vengono ospitate oltre mille persone, fra uomini, donne e bambini, prive di mezzi di sostentamento e provenienti da molteplici aree geografiche; grazie all’aiuto di centinaia di volontari, la Missione distribuisce migliaia di pasti ogni giorno, fornisce assistenza medica, farmaceutica e servizio docce e vestiario per i tanti bisognosi ed indigenti che ogni giorno si presentano alla porta della struttura di accoglienza; l’azione della Missione si concretizza in importanti interventi effettuati da gente comune che, con spirito caritatevole, assiste e sostiene anche le famiglie indigenti al solo scopo di alleviarne la condizione di precarietà quotidiana e di integrare le diverse culture”.

Fatte queste premesse, l’esponente di Forza Italia evidenzia come oggi “La Missione è afflitta da gravissimi ed irrisolti problemi che rischia di mettere in serio pericolo il prosieguo delle varie attività umabiagio contenitarie intraprese; qualche giorno addietro, fratel Biagio, in una lettera pubblica, ha manifestato tutta la sua delusione e sconforto per le continue difficoltà incontrate, annunciando addirittura la volontà di lasciare Palermo poiché ‘è impossibile in questa regione di Sicilia fare opere giuste’ “.

Sottolineando come “Le istituzioni non possono rimanere indifferenti a siffatta perdurante situazione e devono, invece, porre in essere ogni azione volta a salvaguardare e sostenere i progetti e le attività sociali della Missione” e che “Un’eventuale cessazione dell’azione umanitaria della Missione rappresenterebbe il venir meno di un importante punto di riferimento, di appoggio e di sostentamento per i tanti bisognosi che improvvisamente perderebbero la possibilità di una assistenza dignitosa”, Galante propone, come detto prima, di devolvere il gettone di presenza del prossimo consiglio alla Missione di Biagio Conte.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su