Tu sei qui
Home > Attualità > Nuove attrezzature al San Giovanni Di Dio. Interventi di Fontana, Cimino e Iacolino

Nuove attrezzature al San Giovanni Di Dio. Interventi di Fontana, Cimino e Iacolino

ospedale-ag2Agrigento. Da ieri l’ospedale San Giovanni Di Dio di Agrigento è dotato di una Pec/Tac e dell’acceleratore lineare e due parlamentari agrigentini. Vincenzo Fontana e Michele Cimino e salvatore Iacolino, hanno espresso tutta la loro soddisfazione per l’arrico di queste nuove importanti attrezzature.

Loading...

Fontana, esponente Nuovo Centro Destra di cui è vice capogruppo a Sala d’Ercole, parla di “Salto di qualità per la sanità agrigentina, grazie ad un finanziamento acciuffato per i capelli” aggiungendo che “Si tratta di importanti dotazioni strumentali per la diagnosi e la terapia. Uno straordinario traguardo per il nostro territorio che si mette così al passo con altre strutture dal punto di vista dell’offerta tecnologica. Le apparecchiature, di ultima generazione, – aggiunge ancora Fontana – fontanarappresentano un’assoluta garanzia per  le  attività sanitarie di riferimento e metteranno fine ai quei viaggi fuori provincia a cui, fino a qualche giorno fa, erano costretti i pazienti per usufruire di queste sofisticate e necessarie prestazioni.  Se oggi queste nuove opportunità si sono materializzate all’ospedale di Agrigento nel segno di un sempre più compiuto diritto alla salute  – conclude Fontana – è perché grazie al nostro impegno  siamo riusciti a non perdere il finanziamento che stava già prendendo il volo verso altre destinazioni”.    

cimino micheleAnche Michele Cimino parla di “Un eccellente  traguardo per il nostro territorio e per la sanità agrigentina, che eviterà le lunghe attese ed i viaggi oltre provincia ai pazienti oncologici”. Il deputato regionale di Sicilia Futura inoltre ha espresso “grande stima per l’obiettivo raggiunto dal direttore generale Salvatore Lucio Ficarra per aver dotato il nosocomio agrigentino  di  apparecchiature tecnologiche di ultima precisione, conferendo alla sanità agrigentina un punto di eccellenza per la diagnosi delle patologie oncologiche”.

Di diverso tono l’intervento di Salvatore Iacolino secondo cui “Il salto di qualità compiuto con l’avvio della Radioterapia presso il presidio ospedaliero di Agrigento dovrebbe essere accompagnato dalla valorizzazione delle professionalità da tempo impiegate negli stabilimenti ospedalieri. In particolare, con l’approvazione dell’atto aziendale e della dotazione organica azienda da parte dell’assessorato regionale alla Salute, quest’ultimo dovrebbe dare seguito alla prioritaria stabilizzazione del personale avente titolo  da tempo incaricato e del personale contrattista in servizio. È necessario – continua Iacolino- portare a compimento un percorso che non richiede ulteriori misure legislative ma la necessaria copertura finanziaria in relazione Salvatore IACOLINOai fabbisogni di ciascuna azienda o ente interessato alla stabilizzazione. Forza Italia intende contribuire alla
definizione di procedure che-conclude Iacolino- prevedano direttive regionali sulle modalità di reclutamento delle risorse umane che privilegino il processo di stabilizzazione,valorizzando al meglio l’apporto del personale da lungo tempo impegnato nelle attività assistenziali ed in ogni altra pure rilevante per assicurare il diritto alla salute del cittadino”.

 

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su