Tu sei qui
Home > Attualità > Delia. Celebrato il Giorno dell’Unità nazionale e la Giornata delle Forze Armate

Delia. Celebrato il Giorno dell’Unità nazionale e la Giornata delle Forze Armate

IMG-20151108-WA0014Delia.  Ieri a Delia è stato celebrato il “Giorno dell’Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate”.

Dopo la Messa alle 11.30 in chiesa Madre, celebrata da padre Mario Audino, è partito un corteo, accompagnato dall’associazione complesso bandistico “Petiliana”, che si è concluso all’interno della Villa Flora davanti il monumento dei caduti.

Erano presenti il sindaco Gianfilppo Banhceri, gli assessori Carmelo Alessi, Antonio Gallo, Maria Concetta Giulana, il presidente del consiglio Toni Di Caro, i consiglieri Angela Gallo e Enza Capraro, i Carabinieri, la Polizia Municipale, la Protezione Civile e l’associazione dei Carabinieri in congedo.

Nel suo discorso accorato il sindaco Bancheri ha detto che “Oggi siamo qui per ricordare il sacrifico dei nostri militari che caddero in guerra per difendere il loro paese e la loro amata patria; per onorare le forze armate, per non dimenticare la nostra storia, per difendere e rafforzare la nostra identità come italiani e ora come cittadini europei. Siamo qui per dire ancora una volta che il bene supremo di tutti è la pace e non la guerra che ancora oggi si ripete incessantemente in molti punti della Terra. Oggi siamo qui per riflettere e reagire, per quanto ci è possibile, con passione e impegno a quella che è al cultura della morte. Crediamo nella pace e nei valori che vi stanno alla base, nella libertà a nella democrazia. Siamo qui per questo e non per adempiere a un dovere vuoto e retorico. Chiediamoci se si può costruire la pace e far prevalere la cultura della convivenza civile. Partiamo da noi stessi e non dagli altri rispettando la legge e gli altri, accettando il dialogo e non lo scontro, vivendo nell’onestà e con dignità, comportandosi con responsabilità.
Viva l’Italia, viva l’Europa, viva la pace nel mondo”.
Quindi il corteo ha raggiunto il palazzo municipale dove è stato intonato l’Inno di Mameli.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su