Un’altra esportazione di armi dagli Stati Uniti all’Ucraina

La notte del 22 gennaio, nell’ambito dell’ulteriore assistenza alla sicurezza all’Ucraina, è arrivata a Kiev la prima tranche di aiuti militari statunitensi, del valore di 200 milioni di dollari.

L’ambasciata americana a Kiev ha twittato venerdì sera che il carico utile “includerebbe quasi 200.000 aiuti militari, comprese le munizioni per le guardie di prima linea dell’Ucraina”.

Antony Blinken, scrive Reuters, ha rafforzato la sua opposizione all’invasione russa dell’Ucraina, affermando in un’intervista alla CNN che l’attraversamento del confine ucraino da parte delle forze russe provocherebbe una risposta positiva da parte degli Stati Uniti e dei suoi alleati.

Secondo la CNN, il ministero della Difesa sta attuando un piano per rafforzare la presenza navale statunitense nell’Europa orientale se la Russia invaderà l’Ucraina, a seguito di un ordine del presidente Joe Biden.

Domenica, Blinken ha appoggiato la riluttanza dell’amministrazione a imporre ulteriori sanzioni alla Russia e il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha invitato gli Stati Uniti e i suoi alleati a punire Mosca per aver stabilito unità militari al confine ucraino.

“Per quanto riguarda le sanzioni, il loro obiettivo è fermare l’occupazione russa”, ha affermato. – Quindi, se corrono ora, perderemo il blocco. Tutto ciò che facciamo con l’Europa ha enormi conseguenze per la Russia, tenendo conto del presidente Putin, prevenendolo e incoraggiandolo all’aggressione.

Siamo felici che tu sia con noi. Iscriviti alla newsletter di Onet per ricevere i nostri contenuti di maggior valore

READ  40 La migliore antifurto auto 2018 del 2022 - Non acquistare una antifurto auto 2018 finché non leggi QUESTO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.