Una scoperta insolita da parte dei polacchi. Il rettile ha allungato notevolmente questa parte del suo corpo

Dicono che la dimensione non è la cosa più importante. Ma cosa succede se la lunghezza dell’organo garantisce la sopravvivenza? Allo stesso tempo, è probabile che si tratti anche di un bypass di qualche blocco genetico.

Il Tanystrophos è un rettile vissuto durante il Triassico circa 240 milioni di anni fa – E anche nella Polonia moderna (Fossili sono stati trovati, tra gli altri, a Medari nella provincia della Slesia.) La sua lunghezza ha raggiunto i 6 metri Molto probabilmente viveva in un ambiente acquatico. Ciò che lo distingue dal resto della sua specie è lui Un collo estremamente lungo, però, composto da sole tredici vertebre. Per fare un confronto, la parte cervicale della colonna vertebrale umana è composta da sette di questi elementi. Tuttavia, nel caso di Tanistrovy, la lunghezza totale raggiunge Fino a tre metri per l’intera parte (Circa la metà del suo corpo)!

Una soluzione senza precedenti

I rettili dal collo lungo non erano insoliti nei tempi antichi. Tuttavia, questo vantaggio si traduce solitamente in un numero maggiore di vertebre cervicali. Ma non a Tanystrovos: questo è stato dimostrato da un team di scienziati, tra cui: Paleontologi dell’Università di Varsavia. Una pubblicazione su questo argomento è stata appena pubblicata sulla rivista Royal Society Open Science.

Gli scienziati hanno dimostrato che quanto sopra Il rettile non è riuscito ad aumentare il numero delle sue vertebreIl collo lungo era molto utile a quei tempi, anche per procurarsi il cibo da luoghi lontani. Quindi Tanstrovy Come parte dell’evoluzione, ha effettivamente allungato le vertebre cervicali esistenti, raggiungendo proporzioni mai viste in altri animali. Come ha spiegato in un’intervista a Naukawpolsce.pl l’autore della pubblicazione, Adam Rittel, dottorando presso l’Istituto di Paleobiologia dell’Accademia Polacca delle Scienze: Oltre all’allungamento delle vertebre cervicali si verificò anche la trasformazione delle vertebre dorsali in rachide cervicale.

READ  Esperto: La terapia della risata aiuta nella guarigione

Gli stessi tanistrofi sono parenti degli antenati di animali come coccodrilli, dinosauri e persino uccelli. Gli individui adulti, a seconda della specie, possono raggiungere una lunghezza da 1,5 a oltre 6 metri. Probabilmente avevano bisogno di un collo lungo per avvicinarsi alla preda senza farsi notare.

Fonte immagine: Shutterstock, Photoline

Fonte del testo: sciencewpolsce.pl, PAP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto