Ucraina: sfratto dei residenti dalle aree controllate dai separatisti

I separatisti sostenuti dalla Russia che controllano l’Ucraina orientale hanno iniziato a sfrattare i bambini dagli orfanotrofi. All’inizio della giornata, Denis Bushlin, presidente della Repubblica popolare di Donetsk (DRL), ha annunciato l’intenzione di espellere un gran numero di persone dalla regione verso la Russia.

Piani simili sono stati annunciati nella seconda regione dell’Ucraina, controllata dai separatisti, la cosiddetta Repubblica popolare di Luhansk. Dopo essere stato informato del piano di sfratto, A Donetsk sono state udite forti sirene di allarme.

Secondo il piano avanzato dal presidente del DPR In primo luogo, le donne, i bambini e gli anziani dovrebbero essere esclusi.

La società russa TASS è stata citata dalla Repubblica popolare di Lukansk per aver citato il cosiddetto Ministero dell’Istruzione I residenti degli orfanotrofi e dei collegi della regione saranno deportati in Russia. Il ministero ha anche annunciato che le istituzioni educative sarebbero state sospese fino a quando la situazione non fosse diventata “normale”.

Secondo Bushlin, la decisione di deportare gli occupanti in Russia è stata motivata da un attacco pianificato da parte delle forze ucraine. L’esercito ucraino ha negato qualsiasi coinvolgimento nelle violenze.

Per settimane Le forze russe sono concentrate al confine con l’Ucraina. Queste azioni sollevano serie preoccupazioni nei paesi occidentali, i cui leader ritengono che l’operazione militare del paese sia in pericolo. Mosca dice che non ci sono piani del genere e accusa l’Occidente di essere “isterico”.

READ  Ora oświadczenie krowej Elbiety II. Vyraziła życzenie na temat Kamili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.