Ucraina, Russia: il ministero degli Affari esteri ha incaricato i paesi polacchi di lasciare l’Ucraina

L’avvertimento è stato pubblicato sabato sul sito web del ministero degli Esteri e sull’account Twitter.

“A causa della crescente tensione e della situazione instabile della sicurezza nel sud-est dell’Ucraina, il Ministero degli Affari Esteri sta sconsigliando al Consiglio comunale e al governo statale di evitare tutte le visite a Kharkiv, Dnipropetrovsk, Donetsk, Luhansk, Boldova, Sumi, Zaporizhia, Kerson, Mykolayiv e Odessa.” Dobbiamo sbarazzarcene”, si legge in una nota del ministero degli Esteri.

In altre parti dell’Ucraina, il Ministero degli Affari Esteri sconsiglia viaggi non necessari.

La situazione nell’Ucraina orientale è tesa e, secondo il generale Oleksandr Pavlov, comandante delle forze armate congiunte ucraine, è notevolmente peggiorata negli ultimi tre giorni. Secondo Pavlok, alle 18 (17 ora polacca) i separatisti del Donbass, con l’appoggio della Russia, hanno violato il cessate il fuoco 98 volte. Dall’inizio della giornata due ucraini sono stati uccisi e quattro feriti.

Gli eventi in Ucraina sono costantemente monitorati dalle autorità polacche. Un portavoce del coordinatore del ministro dei servizi speciali, Stanislav Aryn, ha scritto su Twitter sabato sera che “la Russia sta lavorando per creare un pretesto per un’invasione dell’Ucraina”. “Ciò consentirà al Cremlino di evitare un’immagine invasiva. Questa è una caratteristica comune delle azioni di Mosca contro altri paesi. Le prossime ore ei prossimi giorni potrebbero essere caldi”, ha avvertito Żaryn.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.