Sono entrato in casa e mi sono perso. Cercano un insegnante da 12 anni

Nel 2005, la città di Ocilla, in Georgia, rimase paralizzata dal terrore. Una giovane donna è scomparsa e di lei si è persa ogni traccia. La popolazione divenne incerta e impaurita e l’atmosfera nelle strade divenne molto tesa. Nonostante gli investigatori abbiano lavorato instancabilmente, del giovane insegnante non è rimasta traccia. La questione non fu chiarita fino a 12 anni dopo.

Tara Grinstead è nata nel 1974. Quando era al liceo, partecipava spesso a concorsi di bellezza locali e risparmiava i soldi guadagnati per la sua istruzione. Tara ha conseguito un master in educazione e, dopo la laurea, ha iniziato a lavorare come insegnante nella città di Ocilla, che aveva una popolazione di circa quattromila persone.

Sono entrato in casa e mi sono perso

Sabato 22 ottobre 2005 Tara è andata a fare una passeggiata con i suoi amici di scuola. È tornata a casa intorno alle 23, ha parcheggiato l’auto sotto una pensilina e da allora nessuno l’ha più contattata. La prima preoccupazione si è verificata quando la madre di Tara non è riuscita a contattarla telefonicamente. Purtroppo lunedì la giovane non si è presentata al lavoro, cosa che ha destato sospetti anche tra i suoi colleghi. Erano preoccupati perché la maestra non gli aveva fatto sapere che se ne andava, il che era diverso da lei. Il personale scolastico ha avvisato le forze dell’ordine. Verso le 10 del mattino, il capo della polizia locale ha bussato alla casa di Tara. L’auto di Tara era parcheggiata sotto la pensilina. La portiera non era chiusa a chiave e c’erano 100 dollari al centro del cruscotto.

Il resto del testo è sotto il video

L’ufficiale bussò alla porta e, poiché nessuno rispose, entrò per guardarsi intorno. All’interno tutto era a posto e non c’erano segni di effrazione o di lotta. Solo nella camera da letto c’era un disordine: tutto era sparso e gli abiti con cui Tara era stata vista l’ultima volta giacevano sul pavimento. Il telefono della donna era sul comodino.

Catena rotta e guanto in lattice

Il primo segnale inquietante è stato un guanto in lattice ritrovato nei pressi dell’abitazione. Le prove fisiche sono state inviate al laboratorio criminale. Il caso del rapimento è stato deferito ad altre autorità, ma le forze dell’ordine hanno raccolto poche prove. Uno di questi era la catena spezzata di Tara, che giaceva sul pavimento della camera da letto.

Amici e studenti di Tara Grinstead hanno immediatamente organizzato un gruppo di volontari per aiutare nella ricerca della persona scomparsa. C’erano avvisi con la foto di Tara in tutto il quartiere. La polizia ha perquisito la zona e ha interrogato i vicini della donna.

Tracce di DNA furono trovate sul guanto e furono esaminate in un laboratorio dell’FBI, ma fu stabilito che apparteneva solo a un uomo. Non è stato ottenuto altro. Non c’è traccia di Tara e del suo potenziale aguzzino…

Sono stato vittima di bullismo da parte di una studentessa

La polizia decide di indagare sulla vita personale di Tara. La sua relazione più lunga è stata con Marcus Harper, un poliziotto ed ex militare. Tara ha rotto con lui circa un anno prima della sua scomparsa. Si è scoperto che Marcos era venuto a Ocilla tre settimane prima della scomparsa della donna, ma non l’aveva informata di ciò, sebbene fossero rimasti in rapporti amichevoli. Quando Tara lo venne a sapere da amici comuni, rimase scioccata per diversi giorni, cosa che i suoi amici confermarono, ma la polizia escluse rapidamente Marcus dal gruppo di sospettati.

Emerge presto che Tara è stata minacciata da un ex studente che si è innamorato di lei, senza ricambiare. Egli sarebbe andato più volte a trovare la donna e avrebbe bussato alla sua casa così forte che la polizia sarebbe dovuta intervenire. Gli investigatori hanno localizzato il ragazzo, ma aveva un alibi. Le prove più importanti non sono chiare.

È iniziata un’altra ricerca, questa volta su scala più ampia, ma anche questa non ha prodotto risultati. Il caso della misteriosa scomparsa di Tara Grinstead è rimasto irrisolto per diversi anni.

È stato ufficialmente dichiarato morto

Nel 2009, su Internet è apparsa una registrazione di un uomo misterioso Si è dichiarato responsabile della scomparsa di 16 donne. Avrebbe dovuto nascondere i loro corpi in un luogo inaccessibile. Li menzionò per nome e anche Tara Grinstead era sulla lista. La polizia ha verificato i dati e, infatti, tutte le donne menzionate risultavano disperse. Gli agenti hanno subito individuato l’autore della registrazione. Andrew Haley aveva 27 anni. Purtroppo presto si scoprì che l’uomo aveva mentito e, come aveva detto, “voleva solo fare uno scherzo”. La questione è arrivata di nuovo a un vicolo cieco.

Poiché per anni non ci sono stati progressi nel caso, Tara è stata ufficialmente dichiarata morta nel 2010.

Nel 2016 la donna scomparsa è diventata di nuovo famosa. Il giornalista Payne Lindsay ha discusso il caso di Tara nel suo podcast come uno dei casi irrisolti da tempo. I giornalisti hanno visitato la cittadina dove vive Tara e insieme ad un investigatore privato hanno deciso di analizzare nuovamente il caso della scomparsa della giovane. Hanno parlato con i parenti della persona scomparsa e con testimoni casuali. “Ero ossessionato dalla storia di Tara… C’erano così tanti oscuri segreti in questa piccola città.” Lindsay ha detto.

Ad un certo punto, Payne Lindsay ha ricevuto una chiamata da qualcuno che gli consigliava di cercare il corpo di Tara a casa sua. La polizia ha perquisito la zona e l’ha dissotterrata di nuovo. Durante gli scavi trovarono delle ossa… ma si scoprì che appartenevano a un animale e non alla persona che stavano cercando. Anche l’inchiesta giornalistica non ha portato alla soluzione del caso.

Hanno bruciato i suoi resti per due giorni

Nel 2017 è emersa un’altra prova. Brooke Sheridan si è consegnata alla polizia Ha affermato che il suo ex fidanzato Beau Deux una volta le ha confessato di aver aiutato il suo amico a nascondere il corpo ricercato di Tara. Sebbene gli investigatori abbiano accolto increduli la sua testimonianza, sapevano di dover verificare le nuove circostanze. Hanno chiesto alla donna di aiutarli a raccogliere prove. L’hanno infastidita e le hanno chiesto di visitare il suo ex compagno. La conversazione registrata ha confermato le parole di Brooke Sheridan.

L’uomo ha poi testimoniato che una sera il suo amico Ryan Duke lo chiamò chiedendogli aiuto. Duke ha detto di essere entrato nella casa di Tara per derubarla, ma è stato inaspettatamente scoperto dalla donna e l’ha brutalmente strangolata. Poi, con un amico, hanno messo il corpo di Tara in un’auto e lo hanno portato nella foresta, dove hanno bruciato i resti della donna assassinata per due giorni. Entrambi gli uomini erano diplomati della scuola dove lavorava Tara Grinstead.

Perché Dukes è stato condannato a 25 anni di prigione per aver nascosto il crimine. Il processo a Ryan Duke è ancora in corso. I suoi avvocati non si arrendono e escogitano nuovi stratagemmi per ritardare la sentenza.

READ  È una questione di tempo. USA: l’attacco missilistico iraniano è inevitabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto