Rivolte in Kazakistan. Slavomir Chiragovsky: Cosa guadagnerà la Russia?

Lo stato ha le maggiori riserve di petrolio. 40% della produzione mondiale di uranio. Basti dire che il mondo è quattro volte più dominante nella produzione di petrolio dell’Arabia Saudita. Così, dopo lo scoppio dei disordini, nonostante le assicurazioni delle autorità kazake che non ci sarebbero state restrizioni alla produzione, i prezzi di entrambi sono immediatamente aumentati (sebbene i lavoratori abbiano potuto esprimere la loro solidarietà ai manifestanti). Una fonte notevole dei kazaki è il Pigmalione Cosmotrome, situato nel sud, che è stato fondato nel 1955 – il luogo della partenza della navicella spaziale. Pigmalione è l’oggetto più antico e più grande del mondo. Non solo navicelle russe e russe da lì. In passato, era importante anche il più grande sito di test nucleari del mondo vicino a Semipalatinsk. Il Kazakistan aveva una quarta grande arma nucleare, che, come l’Ucraina, è stata rilasciata sotto la pressione della Russia e dell’Occidente.

Il Kazakistan è il punto focale del più grande programma di investimenti attuato oggi nel mondo, ovvero la “cintura, una strada” cinese. Contrariamente al suo nome, si dirama in tre direzioni: iraniana, turca e russa, che alla fine portano all’Europa occidentale. Finora è stato un paese stabile e un regime relativamente liberale. Per gli standard post-sovietici, viene modernizzato. Allo stesso tempo, è culturalmente libero dall’influenza della cultura russa e della lingua russa. La capitale (precedentemente) è stata trasferita dalla quasi russa Almaty all’Astana di lingua kazaka, il cui nome è stato cambiato nel 2019 in Noor-Sultan come parte della leadership, cosa che non piace a molti kazaki.

I russi considerano il Kazakistan parte del “Rusky Mir”. E anche se non sono su questa scala, fanno lo stesso errore dell’Ucraina, spesso non si conoscono perché pensano di non avere niente da fare. A questo proposito, esperti russi indipendenti e partiti di opposizione non differiscono in modo significativo dai rappresentanti del regime. Tutti i russofoni, ovviamente con radici russe, sono considerati collettivamente russi che non sognavano altro che unirsi alla Russia. Non solo Vladimir Shirinovsky, ad esempio, Alexander Solzhenitsyn ha chiesto apertamente l’annessione del nord del Kazakistan.

Nel frattempo, non ci sono solo kazaki di lingua russa, ma anche kazaki di lingua russa, sempre più ucraini che non hanno bisogno di essere filorussi, spesso no, non vogliono annettere il loro paese come parte. O interamente all’interno della Russia. Ci sono anche russi in Ucraina e Kazakistan che parlano solo russo, ma non vogliono che questa lingua sia la lingua ufficiale del loro paese. È certo che Putin vede la presenza della minoranza russa, la cui dimensione è generalmente molte volte maggiore, motivo per cui il vicino interviene e si aggiunge alla sfera di influenza russa.

READ  Gli oligarchi persero le loro ville e barche in Italia

Tuttavia, ricordiamo che l’intervento di Putin in ciascuno di questi paesi riguarda principalmente i russi, non gli ucraini, i bielorussi oi kazaki. La sua paura numero uno In una delle ex repubbliche sovietiche c’è una rivoluzione colorata e un cambio di potere “dall’altra parte della strada”, non “attraverso il palazzo”, che sarebbe una minaccia pericolosa, soprattutto ora che la popolarità di Putin in Russia è ai massimi livelli basso.

L’invio di 2.500 soldati russi rafforzerebbe l’influenza della Russia, ma odierebbe i kazaki tanto quanto in precedenza aveva odiato gli ucraini o i bielorussi filorussi. A medio ea breve termine, ha scarso significato geopolitico, ma a lungo termine può essere cruciale per l’emergere dell’indipendenza. Dopo Georgia, Ucraina e Bielorussia, il Kazakistan è un altro Paese in cui Putin sta cercando di ricostruire l’Impero russo, ma un altro Paese che sta perdendo culturalmente. L’intervento russo sta provocando indignazione tra il popolo kazako e, se intimidisce l’opposizione, avrà l’effetto completamente opposto. I russi hanno già avuto il tempo di riflettere, e dopo i primi gesti imperialisti hanno messo in sordina il titolo.

Il resto del testo è sotto il video.

Ricordiamo e sottolineiamo che, contrariamente all’idea consolidata secondo cui i kazaki avevano raramente cominciato e si erano già persi, in pochi giorni furono in grado di provocare una rivoluzione in tutto il paese e di sequestrare e bruciare gli edifici più importanti di Almaty . Mi hanno anche portato all’aeroporto. Hanno preso le armi (compresi i negozi di armi saccheggiati) e si sono scontrati con la polizia e le forze di sicurezza regolari. Hanno costretto il presidente Tokayo a cacciare il governo e, soprattutto, hanno dato attuazione alla loro richiesta principale, ovvero l’espulsione di Nazarbaye dal Consiglio di sicurezza nazionale. Forse tornerà, forse no. Nel 2019 è stato nominato Kasym-martomart Tokajew, Presidente del Senato dei Giocattoli, come suo successore, è stato insignito del titolo di Immunità alla vita e Padre della Nazione. Certo, aveva i suoi miliardi da godersi a Dubai oa Mosca.

READ  40 La migliore notebook ricondizionati del 2022 - Non acquistare una notebook ricondizionati finché non leggi QUESTO!

Se possibile, è difficile dire fino a che punto questo si riferisca all’indipendenza di Tokyo. Il fatto che abbia immediatamente convocato i russi potrebbe mostrare una mancanza di carattere. È molto probabile che si sentisse molto debole e temesse ciò che lo circondava, specialmente la polizia segreta. Dopotutto, non ha bisogno di forze in più per reclamare edifici importanti, piazze, aeroporti e arrestare migliaia di persone al giorno. Sappiamo che quando la Russia arriverà con l’aiuto fraterno, non uscirà più. Finora, tuttavia, i kazaki si sono ritirati e decine o centinaia hanno perso la vita, ma le proteste non sono terminate. Se il togolese continuerà a governare, continuerà sulla strada di una maggiore modernizzazione, cioè condividerà con il pubblico i proventi della vendita delle materie prime o creerà uno stato di polizia. Il primo può rafforzare le aspirazioni della classe media in crescita. Dopo l’economia torneranno i liberali. Il secondo porterà di nuovo a rivolte.

In termini di civiltà, il regime russo ha poco da offrire ai kazaki perché il suo prodotto di esportazione è la dittatura e le materie prime, che mancano al Kazakistan. Sotto questo aspetto assomiglia all’Azerbaigian, che è più prospero e relativamente indipendente dalla Russia. Ecco perché il Cremlino, principalmente gli americani, e ora la Cina hanno visto la colonizzazione economica del Kazakistan.

Un’altra cosa è che gli investimenti statunitensi e cinesi possono essere visti da entrambe le potenze solo quando i soldati russi sbarcano in Kazakistan. Se non vogliono violare i propri interessi commerciali, rimarranno in silenzio e si tratterranno nel messaggio di “esprimere preoccupazione” e “invitare entrambe le parti a fermare la violenza”. Chevron, ExxonMobil e le compagnie petrolifere dell’Europa occidentale hanno numerosi porti e stabilimenti in Kazakistan dove c’è il rischio di conflitto. Gli affari vogliono la pace, e se “Rusky Mir” è o dovrebbe essere dov’è, è corruzione completa, alcune aziende possono farlo solo con un dittatore.

Per la prima volta, Mosca usa il “Patto di Varsavia” – versione anti-BRI o anti-NATO dell’Accordo di sicurezza congiunto, stabilito nel 1994, da sei ex repubbliche sovietiche. Finora, la Russia non ha beneficiato dell’accordo, né il Kirghizistan ha chiesto un intervento simile nel 2010 o l’Armenia di recente durante il conflitto del Nagorno-Karabakh con l’Azerbaigian.

Potrebbe aver preso decisioni dalla Bielorussia e dall’Ucraina e si è nascosto dietro l’uniforme della CSTO, volendo entrare insieme ai soldati di Alexander Lukashenko e al leader dell’Armenia Nicole Pashinian. Inizia l’arte. 4. (equivalente all’articolo 5 della NATO). Forse prima dei colloqui con la NATO, anche la Russia ha la sua NATO e mostra di essere un partner alla pari. Non si sa chi fosse l’invasore straniero che attaccò il Kazakistan. Djokovic parla di terroristi, la televisione russa parla di islamisti in Afghanistan e il Cremlino di rivoluzione colorata, ma anche chi ha scritto queste parole non ha fatto finta di crederci.

READ  40 La migliore drenante del 2022 - Non acquistare una drenante finché non leggi QUESTO!

Si ipotizza che tutto ciò aiuterà o danneggerà l’Ucraina, se la Russia ha accumulato un milione di truppe ai suoi confini o se rimarrà impopolare. L’opinione prevalente è che la Russia non può accettare due interventi contemporaneamente. 2.500 soldati sono stati inviati in Kazakistan, non per combattere, ma per difendere le infrastrutture, inclusa Bykonor. Se scoppia la rivoluzione in Kazakistan, l’Ucraina starà tranquilla, almeno per un breve periodo. Persino gli Stati Uniti non potevano far fronte a due guerre contemporaneamente. Oggi non c’è paese che possa far fronte a un simile compito.

Al momento, l’ingresso dei russi in Kazakistan farà sicuramente qualche apparizione in Occidente, anche se l’amministrazione statunitense crede fermamente che questa non sarà un’area facile e che i russi ne trarranno un piccolo profitto. Hanno le proprie materie prime e se cercano di eliminare la rivalità kazaka saranno principalmente in conflitto con la Cina, cosa che non possono permettersi. Con i kazaki, mostrando che potevano bruciare i gruppi. Putin preferisce il dominio simbolico. Non ci sono illusioni sul ritorno della conferma del Kazakistan.

Se si fosse concentrato fin dall’inizio sul negoziare qualcosa dall’Occidente al prossimo incontro dei leader Usa e Russia (a Ginevra il 10 gennaio, due giorni dopo a Bruxelles e il giorno dopo a Vienna), avrebbe preso slancio. Tutto dipende ancora dalla durezza dell’America e dalla lealtà verso i suoi alleati. Se pianifica un’altra invasione dell’Ucraina, dovrà aspettare che si facciano progressi in Kazakistan. Il tempo è fino a marzo, perché poi inizia il disgelo, e nelle teste dei giocatori, non sempre si può stare attenti.

Siamo felici che tu sia con noi. Iscriviti alla newsletter di Onet per ricevere da noi i contenuti di maggior valore.

(pmd)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.