Putin e Lukashenko hanno assistito alle esercitazioni sulle armi nucleari russe

I missili ipersonici Zirkhan e Kinsal sono stati lanciati sabato durante un test nucleare russo, visitato dal presidente Vladimir Putin; Il missile balistico intercontinentale Jors è stato lanciato nel Plastic e il missile Geneva è stato lanciato nel Mare Madre.

Queste operazioni sono state eseguite dall’esercito russo durante esercitazioni congiunte con le sue forze missilistiche strategiche, forze aeree e spaziali, unità del distretto militare meridionale e del Mar Nero e della flotta settentrionale.

Navi e sottomarini del Mar Nero e della Flotta del Nord hanno lanciato missili da crociera Calibre e missili ipersonici zirconi contro obiettivi marittimi e terrestri.

Il lancio del missile Iskander è avvenuto presso il campo di addestramento di Kabustin Yar nella regione di Astrakhan, nella Russia meridionale.

Jorce ICPM è stato lanciato dal Plechetsk Experiment Cosmotrome (nella regione di Arkhangelsk), presso il campo di addestramento di Kura (in Kamchatka).

Il missile balistico di Ginevra è stato lanciato dal sottomarino nucleare Karelia dal campo di addestramento Gura nel Mare di Barents.

I bombardieri Tu-95MS hanno sparato missili manovrabili contro obiettivi a terra nei campi di addestramento di Kura e Pemboj (Repubblica di Komi).

Il servizio stampa del Cremlino ha promesso che tutti i missili avrebbero colpito i loro obiettivi designati.

Alcuni esercizi sono stati seguiti da leader russi e bielorussi: Vladimir Putin e Alexander Lukashenko.

All’inizio dell’esercitazione, Valery Gerasimov, capo del servizio civile dell’esercito russo, ha affermato che il loro scopo era di riqualificare le operazioni strategiche delle forze offensive nel campo della “garanzia della sconfitta del nemico”.

READ  40 La migliore forbici da potatura telescopiche del 2022 - Non acquistare una forbici da potatura telescopiche finché non leggi QUESTO!

Le manovre sono state divise in due fasi. La prima “potenziale minaccia crescente” è stata un’esercitazione nello svolgimento di operazioni di combattimento con l’uso di armi – ha affermato il capo di stato maggiore. La seconda parte, nelle parole di Gerasimo, riguarda “l’uso massiccio di forze offensive strategiche” durante “attacchi di rappresaglia e contrattacchi”.

Prima del 18 febbraio, il ministero della Difesa russo ha annunciato l’intenzione di condurre esercitazioni di forze strategiche con la partecipazione di Putin.

A gennaio è stato annunciato che tali esercitazioni sarebbero state pianificate non in autunno, ma all’inizio dell’anno. Secondo il Financial Times, citando la valutazione del Pentagono, il cambio di data è correlato alle tensioni attualmente crescenti intorno all’Ucraina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.