- Advertisement -spot_img
HomeTop NewsOtto spie russe lavoravano al quartier generale della NATO. Loro chi...

Otto spie russe lavoravano al quartier generale della NATO. Loro chi sono?

- Advertisement -spot_img

  • Tra gli otto diplomatici russi espulsi da Bruxelles ci sono le spie Alexander Smushko, ex traduttore per ministri russi e stretto alleato di Sergei Shoigu, capo del ministero della Difesa.
  • La NATO ha revocato l’accreditamento dei membri dell’ambasciata russa alla coalizione alla fine di ottobre dello scorso anno. In seguito furono chiamati “ufficiali dell’intelligence russa non dichiarati”, il che in pratica significava che erano spie
  • La Russia ha interrotto i legami con la coalizione, cercando di aumentare la pressione sull’Occidente per fare concessioni e attuare le affermazioni della Russia.
  • Informazioni simili possono essere trovate sulla homepage di Onet

Annullamento dell’accreditamento di otto membri della missione russa Nato Ciò servì come scusa per paralizzare le relazioni formali tra la Federazione Russa e gli Alleati. All’inizio di ottobre dello scorso anno, un funzionario della NATO che aveva annunciato l’espulsione di spie-diplomatici da Bruxelles ha detto all’AFP che otto membri della delegazione russa presso la NATO erano in realtà “funzionari non dichiarati dell’intelligence russa”.

Cremlino Li mandò a Bruxelles in missione di spionaggio. Alla fine, otto “diplomatici” lasciarono il Belgio senza rivelare i nomi delle loro spie. Ciò ha provocato una forte reazione da parte del Cremlino, che ha deciso di ritirare tutti gli ambasciatori da Bruxelles e di sospendere i lavori della sua rappresentanza NATO.

– Mosca vuole dimostrare in questo modo che la NATO non è un’organizzazione molto importante e che è meglio trattare direttamente con i singoli paesi dell’alleanza – poi in un’intervista all’ex direttore della NATO dell’ufficio della NATO a Mosca Rzeczpospolita Robert Pszczel, ora un esperto Pulaski.

READ  40 La migliore copri quadro elettrico del 2022 - Non acquistare una copri quadro elettrico finché non leggi QUESTO!
READ  USA: sparatoria in una scuola vicino al Minnesota. Lo studente è deceduto

Beas ha aggiunto che il Cremlino spera che la dura reazione “colpirà alcuni membri della NATO e che inizieranno a offrire alcune concessioni e cercheranno di persuadere la Russia”. “L’obiettivo è combattere all’interno della Nato e creare il caos”, ha affermato l’esperto in un’intervista a Rzeczpospolita.

Chi erano le spie inviate dal Cremlino a Bruxelles?

Le spie del Cremlino inviate in Belgio sono state identificate in una conferenza stampa dal quotidiano online EUobserver e dall’organizzazione indipendente londinese dossier.center.

Degli otto “diplomatici” espulsi da Bruxelles, sette erano uomini e uno era una donna: Nateshta Obukova. È stato consigliere della missione russa presso la NATO. Prima di trasferirsi a Bruxelles, Obukova ha precedentemente lavorato presso il ministero degli Esteri russo ed è stata inviata all’ambasciata a Ottawa nel 2004, dove era un collegamento. Altri includono Sergei Chesnokov, Oleg Demekin, Vasily Ebishkin, Dmitry Filipenok, Igor Kovalev, Alexander Smushkov e Stanislav Telekin.

Secondo “EUobserver” e dossier.center, è una delle spie più attive a Bruxelles. Alessandro Smusko, Il personale del quartier generale della NATO lo sa bene. Prima dello spionaggio, Smushko aveva visitato più volte Bruxelles come membro della delegazione ufficiale russa.

Il tenente colonnello Smusko, fondatore di dossier.center e “Eurobserver” come reporter investigativo, è laureato in Lingue straniere e Informazione militare straniera presso l’Accademia militare della difesa (VUMO). La maggior parte dei laureati di questo dipartimento entra in servizio come parte dell’intelligence russa. Per molti anni Sumusko è stata traduttrice a tempo pieno per il Ministero della Difesa Nazionale durante i colloqui con i capi dei ministeri militari degli esteri o durante le loro visite all’estero.

READ  USA: sparatoria in una scuola vicino al Minnesota. Lo studente è deceduto

In particolare, Sumusko ha collaborato con l’ex ministro della Difesa Anatoly Serdyukov, Presidente del Servizio Pubblico Valery Gerasimov E l’attuale capo del ministero della Difesa Sergej Shoikù.

READ  40 La migliore Pressa per aglio del 2022 - Non acquistare una Pressa per aglio finché non leggi QUESTO!

Smusco ha lasciato Bruxelles con la moglie Nina. Quest’ultimo, a sua volta, non ha servito ufficialmente nel servizio russo presso la NATO, ma ha servito come traduttore per laureati VUMO e ufficiali militari.

Obiettivi dell’invio di spie russe

Lasciò anche Bruxelles Vasily Epishkin E sua moglie Yana Radueva . Entrambi si sono laureati presso la Facoltà di aviazione presso l’Istituto di aviazione di Mosca, dove hanno studiato software per computer e il processo operativo dell’elaborazione dei dati, tra gli altri.

Secondo i giornalisti investigativi, Ebishkin, specializzato in sistemi di informazione, potrebbe suggerire quali informazioni dovrebbe ottenere una spia mentre lavora in una missione russa nella NATO.

Gli è stato chiesto di lasciare Bruxelles Stanislaw Telekin io Oleg Demekin. Precedentemente laureato in giurisprudenza presso l’Istituto statale di relazioni internazionali di Mosca. L’università è considerata un hub per i funzionari dell’intelligence. Nel 2004 è entrato nell’elenco del personale del ministero degli Esteri e ha vissuto nel cosiddetto posto. Ruplos alla Camera nominato dal Presidente. Lì visse anche Oleg Demekhin, entrambi generali del Ministero della Difesa e vicini di alto rango di soldati russi.

Ci sono molte altre spie russe a Bruxelles

La maggior parte degli otto sono strettamente associati ai servizi segreti. “Se questo è vero, la reazione violenta di Vladimir Putin alla loro deportazione non sorprende”. Si legge nel rapporto dossier.center.

READ  40 La migliore Culla del 2022 - Non acquistare una Culla finché non leggi QUESTO!

Secondo fonti di EUobserver, ci sono molte altre spie russe nella comunità dell’intelligence a Bruxelles. Secondo le sue fonti, circa la metà (circa 100) delle forze dell’ambasciata russa a Bruxelles sono affiliate ai servizi segreti e circa 100 ufficiali dell’intelligence lavorano in strutture commerciali, ONG e think tank sotto le spoglie di civili.

Siamo felici che tu sia con noi. Iscriviti alla newsletter di Onet per ricevere i nostri contenuti di maggior valore.

READ  40 La migliore Paraspigoli in gomma del 2022 - Non acquistare una Paraspigoli in gomma finché non leggi QUESTO!

Fonti: euobserver.com, dossier.center, “Rzeczpospolita”, theatlantic.com, Center for Eastern Studies

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Stay Connected
16,985FansLike
2,458FollowersFollow
61,453SubscribersSubscribe
Must Read
- Advertisement -spot_img
Related News
- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here