“Non si è mai offerto di pagare’

Il Ministero dell’Interno del Regno Unito ha ufficialmente parlato delle voci persistenti secondo cui il principe Harry si sarebbe offerto di pagare il conto della sicurezza per sua moglie, Meghan Markle, e i bambini Archie e Lillibet durante i loro viaggi nel Regno Unito.

Matt Wilkinson, corrispondente reale di The Sun, ha introdotto questa discrepanza.

Tutto è stato scritto in un tweet che diceva: “Il mese scorso, dopo che il Mail on Sunday ha svelato la storia, il portavoce di Harry ha risposto con ‘Il duca si è offerto per la prima volta di pagare di persona per la protezione della polizia britannica per lui e la sua famiglia nel gennaio del 2020. A Sandringham .'” Questa offerta è stata rifiutata.

In seguito ha chiarito che il Ministero dell’Interno aveva “parole forti in risposta alle accuse di Harry secondo cui avrebbe finanziato la sicurezza privata”.

Nei documenti consegnati alla corte, il Ministero dell’Interno afferma che Harry non ha fornito finanziamenti privati ​​al suo ritorno nel giugno 2021 o “nessuna corrispondenza pre-azione che è seguita”.

Anche Robert Palmer QC, a nome del Dipartimento dell’Interno, ha parlato del problema in corso e ha spiegato che “la sicurezza personale preventiva da parte della polizia non è disponibile su base di finanziamento privato”.

“Ravec non prende decisioni sulla fornitura di tale garanzia sulla base del fatto che qualsiasi contributo finanziario può essere richiesto o ottenuto per essere pagato”.

Sono persino arrivati ​​​​al punto di affermare che l’offerta del principe Harry di finanziare la sua sicurezza privata “non era stata fatta in modo significativo a Ravik” al momento della sua visita nel giugno 2021.

READ  Paulina Krupińska "w objęciach" Prezydenta ucraina. Internazzi oburzeni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.