Non avevano paura del gigante! Grande lotta dei giocatori di hockey polacchi nella seconda partita del Campionato del Mondo

Dall’inizio della partita la Svezia era in vantaggio, ma i polacchi furono i primi a creare una situazione pericolosa davanti alla porta avversaria. Dominik Paś si è trovato in uno scontro uno contro uno con il portiere, ma è riuscito a respingere il tiro.

Vedi anche: carrozzeria, ginocchiere, gomitiere. Articoli di equipaggiamento per un giocatore di hockey

Il primo gol della Svezia è stato segnato al quarto minuto. Marcus Johansson ha giocato lungo la linea di porta e uno dei difensori ha provato a tagliare il passaggio, ma sfortunatamente la palla è caduta nella porta polacca. La nazionale polacca ha avuto l’opportunità di rispondere, ma Marcin Kolos non ha approfittato dell’occasione. Al settimo minuto il punteggio era 0:2. I polacchi hanno commesso un fallo, quando Adrian Kempe ha preso la palla e Lucas Raymond ha concluso.

Nei minuti successivi gli svedesi avevano ancora l’iniziativa. I giocatori di hockey polacchi hanno stabilizzato il gioco in difesa e David Zabolotny è intervenuto con successo in diverse situazioni. Anche la nazionale polacca ha iniziato a rimontare, e negli ultimi minuti è stata più esposta alla porta svedese.

L’inizio del secondo tempo ha visto una prestazione più coraggiosa da parte della squadra polacca, che ha tentato di segnare un gol tramite contatto. Krystian Dziubiński, Dominik Paś e Patryk Krężołek hanno provato a sorprendere il portiere avversario, ma senza successo.

I polacchi sono sopravvissuti due volte alla partita, ma allo stesso tempo hanno perso il terzo gol. Erik Karlsson ha concluso un ottimo attacco per gli svedesi al 33′ con un tiro meraviglioso, e questa volta il portiere polacco non è riuscito a rispondere. Gli avversari hanno aumentato il punteggio, ma nel secondo tempo la prestazione dei polacchi è stata decisamente migliore della prima, anche se non sono riusciti a sfruttare il buon gioco.

READ  “È il più debole degli ultimi 30 anni”. Thomas Hyto è spietato per un attore polacco

La prestazione coraggiosa della squadra polacca ha dato i suoi frutti all’inizio del terzo periodo. La nazionale polacca si è avvicinata nuovamente più volte alla porta avversaria. Al 43′, Alan Łyszczarczyk ha approfittato del trucco del difensore e ha controllato la palla, e anche se ha mancato il tiro al primo tentativo, il rimbalzo da dietro la porta si è rivelato efficace. La palla rimbalzò sul portiere svedese e finì in porta.

Subito dopo la segnatura del gol i polacchi si sono difesi ancora una volta deboli e per la terza volta in questa partita sono riusciti a sfuggire alla superiorità degli avversari. Al 54′, Kamel Jurni ha ricevuto una penalità di quattro minuti per aver colpito un avversario con un bastone. Questa volta gli svedesi approfittarono della situazione e rimproverarono due volte i polacchi. Andre Burakovsky ha segnato il quarto gol con un tiro potente e preciso. Al 56° minuto il punteggio era già 1:5 quando Victor Hedman ha effettuato un tentativo in solitaria, che è stato completato da Erik Karlsson. Negli ultimi minuti il ​​punteggio non è cambiato, anche se i polacchi hanno avuto di nuovo la loro occasione e hanno giocato in vantaggio.

Riepilogo della partita Polonia-Svezia:

Mateusz Bryk è stato nominato miglior giocatore della nazionale polacca. Andre Burakovsky si è distinto in Svezia, segnando il quarto gol per la sua squadra, e prima ancora ha assistito al gol, portando il punteggio sul 0:3.

Nella prima partita del torneo, la Polonia ha perso contro la Lettonia 4:5 dopo i tempi supplementari. Le prossime avversarie della squadra di coach Robert Calaber saranno: Francia (14 maggio), Slovacchia (15 maggio), Usa (17 maggio), Germania (18 maggio), Kazakistan (20 maggio). Le prime quattro squadre del girone avanzeranno ai quarti di finale e l’ultima squadra in classifica sarà retrocessa nella Sezione 1A.

READ  Il ragazzo del football era sulla bocca degli inglesi dopo quello che ha fatto al giocatore

Polonia – Svezia 1:5 (0:2, 0:1, 1:2)

Polonia: David Zabolotny – Marcin Kološ, Jakub Wanacki, Patrik Wronka, Grzegorz Passiot, Paweł Zygmunt – Maciej Kroček, Patryk Wajda, Mateusz Michalski, Krystian Dziubinski, Krzysztof Macias – Mateusz Bryk, Camille Gurny, Bartosz Vraszko, Dominik Pasch Alan Leszczarczyk – Arkadiusz Kostek, Pawel Dronia, Patrik Krizolek, Camil Valeja, Maciej Urbanović. allenatore: Roberto Calabre.
Svezia: Filip Gustafsson – Rasmus Dahlin, Jonas Brodin, Raymond Lucas, Joel Eriksson, Adrian Kempe – Erik Karlsson, Vikur Hedman, Andre Burakovsky, Pontus Holmberg, Marcus Johansson – Tim Head, Marcus Pettersson, Fabian Zetterlund, Isak Lundström, Vikur Olofsson Oraz Lukas Bengtsson Linus Johansson, Jesper Freuden, Karl Grundström, Max Freberg. allenatore: Sam Hallam.

Obiettivi: 0:1 Marcus Johansson (4), 0:2 Lucas Raymond (7), 0:3 Erik Karlsson (33), 1:3 Alan Szczeszczyk (43), 1:4 Andrei Burakovsky (55), 1:5 Erik Karlsson (56).

Sanzioni: Polonia – 10 minuti; Svezia – 4 minuti.

Vai su Polsatsport.pl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto