NHL dovrebbe sospendere i giocatori russi durante la guerra in Ucraina

Il portiere dell’Hockey Hall of Fame Dominic Hasek ha chiesto alla National Hockey League di sospendere tutti i giocatori russi dopo che Vladimir Putin ha ordinato l’invasione dell’Ucraina.

Il 57enne Hasek, nato in quella che oggi è la Repubblica Ceca, Twitter ha preso il sopravvento A criticare la star di Capitals Alexander Ovechkin, che in passato si è alleato con Putin, ma Richiedi “Basta con la guerra” Parlando con i giornalisti ieri.

“Cosa!? Non solo un menu, un pollo, ma anche un bugiardo!”, ha twittato Hasek in un thread. Ogni adulto in Europa sa benissimo che Putin è un pazzo assassino e che la Russia sta conducendo una guerra offensiva contro un paese libero e il suo popolo.

“La NHL deve sospendere immediatamente i contratti per tutti i giocatori russi! Ogni atleta rappresenta non solo se stesso e il suo club, ma anche il suo Paese, i suoi valori e le sue azioni. Questa è la verità. Se la NHL non lo fa, sopporta un corresponsabilità indiretta per i morti in Ucraina.

“Voglio anche scrivere che sono molto dispiaciuto per questi atleti russi, che hanno condannato Putin e la sua aggressione russa contro l’Ucraina. Tuttavia, per il momento considero la loro esclusione come una necessità”.

Sembra improbabile che la lega faccia una mossa del genere, poiché finora non c’è alcuna indicazione che sia divertente.

READ  Olimpiadi in diretta: ultimi conteggi delle medaglie, risultati e notizie
Di Alex Ovechkin e Dominic Hasek
Di Alex Ovechkin e Dominic Hasek
Molo (2)
Alex Ovechkin (a destra) ha una lunga relazione con Vladimir Putin (a sinistra).
Alex Ovechkin (a destra) ha una lunga relazione con Vladimir Putin (a sinistra).
Immagini AFP/Getty

Nato dietro la cortina di ferro in quella che allora era la Cecoslovacchia, Hasek alla fine lasciò l’Europa per la sua carriera nell’hockey. Ha avuto un periodo decorato nella NHL con Blackhawks, Sabres, Senators e Red Wings, e ha vinto la Stanley Cup a Detroit. Ha anche giocato per un anno in KHL con lo Spartak Mosca nel 2010-11.

Ovechkin, il russo più popolare nella National Hockey League, ha stretti legami con Putin e in passato ha fatto una campagna per il dittatore. Alla domanda se sostiene ancora Putin venerdì, Ovechkin ha confermato di non essere interessato alla politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.