Lubelski/ Un ricercatore ha trovato nel bosco una bolla papale in piombo del XVIII secolo.

Un ricercatore ha trovato una bolla di piombo del periodo del pontificato di Papa Benedetto Il memoriale sarà spostato al museo di Krasnystau.

“Ho fatto questa scoperta per caso domenica mattina, subito dopo aver iniziato la ricerca. Questo è stato il primo, e forse il secondo, segnale del metal detector. All'inizio non sapevo cosa avevo trovato.” “È stato trovato”, ha detto al PAP il presidente della Historical and Historical Society. Ricercatore “Wolica” di Izbica Wojciech Werus.

Come ha spiegato, i membri della sua associazione cercano soprattutto cimeli della prima guerra mondiale nella contea di Krasnystau, ma hanno, tra le altre cose, il ritrovamento di un pugnale dell'età del bronzo e di asce dell'alto medioevo.

“Lavoriamo principalmente sulla base dei rapporti dell'esercito zarista, grazie ai quali possiamo seguire le sue orme e cercare elementi relativi alla prima guerra mondiale. Qui c'era un fronte e si sono svolti pesanti combattimenti, quindi ce n'è uno molte tracce di questo periodo.”

Lunedì Wiros ha consegnato il memoriale all’ufficio di conservazione con le informazioni su dove è stato ritrovato. Ha aggiunto: “Purtroppo non abbiamo trovato altre tracce in questa zona”.

“Il monumento è molto interessante ed è stato conservato in buone condizioni e leggibile. Non ricordo una scoperta simile nella nostra regione”, ha detto Paul Wera, capo della sezione di Chelm dell'Ufficio regionale per la protezione dei monumenti.

Un blister è un'impressione circolare su entrambi i lati di una pressa per francobolli a forma di medaglione originariamente legata a un documento di pergamena tramite filo. Realizzato in piombo, ha un diametro di circa 3,8 cm, uno spessore di circa 0,5 cm e un peso di 62 grammi. Sul lato anteriore ci sono le immagini dei Santi Pietro e Paolo e una croce, sull'altro lato c'è il nome di Papa Benedetto XIV. Si stima che la scoperta risalga al periodo del pontificato di Benedetto XIV, cioè dal 1740 al 1758.

READ  Divertimento, apprendimento e avventura: sono iniziate le iscrizioni per i campi estivi per bambini a Czarny Groń

Il fiduciario ha paragonato il sigillo alla firma. “La bolla allegata alla lettera confermava che si trattava di un documento pontificio. Non sappiamo se il documento fosse lì intero e sia stato distrutto, o se qualcuno abbia semplicemente abbandonato il sigillo. I misteri sono tanti e probabilmente non riusciremo per spiegarlo”, ha detto.

Con decisione del prefetto delle antichità della provincia di Lublino, il toro verrà trasferito nelle collezioni del Museo regionale di Krasnestau. Wera si aspetta di ricevere un'offerta (PAP).

Autore: Piotr Nowak

PIN/ASZW/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto