La sonda Chang’e ha restituito quasi due chilogrammi di campioni

L’agenzia di stampa cinese Xinhua ha riferito che la sonda cinese Chang’e 6 ha restituito quasi due chilogrammi di materiale di ricerca dal lato della Luna che non è visibile dalla Terra. La loro analisi mira ad aiutare gli scienziati a comprendere meglio l’origine e la struttura della Luna.

I campioni da 1.935,3 grammi raccolti dalla sonda senza pilota Chang’e-6 sono stati consegnati ai gruppi di ricerca cinesi durante una cerimonia tenutasi venerdì a Pechino.

Dopo il lancio dallo spazioporto di Wenchang, sulla costa meridionale della provincia di Hainan, il 3 maggio, la navicella spaziale Chang’e-6 è atterrata il 2 giugno presso il bacino d’impatto Polo Sud-Aitken, sul lato nascosto della Luna, dove ha raccolto campioni di polvere e rocce lunari. L’unità di rimpatrio è atterrata il 25 giugno nella Mongolia Interna.

Negli ultimi anni, la Cina ha effettuato con successo diverse missioni sulla Luna, raccogliendo campioni dal lato della Luna visibile dalla Terra utilizzando la sonda Chang’e 5. Gli scienziati sperano che, analizzando il materiale recentemente arrivato, potranno saperne di più differenze geologiche su entrambi i lati della Luna.

Le missioni lunari americane e sovietiche raccolsero campioni solo dal lato visibile del satellite naturale della Terra.

L’obiettivo di Pechino è condurre un atterraggio lunare con equipaggio entro il 2030 e completare la base di ricerca lunare entro il 2035.

Da Pechino Krzysztof Pawliszak (PAP)

angoscia / padre /

«« | « |


1

| » | »»

READ  Il nuovo direttore dell'Istituto di genetica umana dell'Accademia polacca delle scienze ha annunciato l'ulteriore sviluppo dell'impianto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto