“La Russia non dovrebbe toccare l’Ucraina!”. Sei persone sono state arrestate a Mosca – o2

La situazione al confine tra Ucraina e Russia si fa sempre più tesa. Secondo molti leader ed esperti mondiali, il pericolo dell’aggressione della Russia contro l’Ucraina è ancora maggiore.

Con l’intensificarsi del conflitto tra Ucraina e Russia, Le lotte iniziano nel centro di Mosca. Domenica 20 febbraio alcune persone sono apparse per strada con striscioni per mostrare che non volevano la guerra.

“La Russia non dovrebbe toccare l’Ucraina!” – Si legge negli striscioni.

La polizia locale ha arrestato sei persone. Su Twitter si possono vedere due poliziotti che afferrano la spalla di un uomo anziano con uno striscione in mano.

Questa è la definizione di coraggio. Queste persone stanno mettendo a rischio il proprio lavoro, la propria libertà e forse la propria vita, così come la propria famiglia e gli amici. Meritano il massimo rispetto – ha scritto uno degli utenti di Internet sotto il post.

I russi stanno protestando anche online. Sabato sera, 19 febbraio, si è scoperto che l’hashtag #NieDlaWojnyZUkrainą è l’hashtag più popolare tra i residenti di Mosca che utilizzano Twitter. In questo modo, i russi vogliono dimostrare a Vladimir Putin che non vogliono la guerra. Allo stesso tempo, i media statali russi hanno riferito che “i russi sostengono la politica di Vladimir Putin”.

Guarda anche: La Russia conta solo con gli Stati Uniti? “Vedono gli europei come molluschi e polloni”.

READ  Ai canadesi non piace più Trudeau. "Nessuna decisione del genere per 30 anni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.