La Roma è a pari merito solo con la Juventus nel campionato italiano. Hanno giocato Wojciech Szczesny, Nikola Zalewski e Arkadiusz Milik.

La buona notizia per l’allenatore Michal Proppers è che Nikola Zalewski ha giocato molti minuti in campionato contro una squadra molto forte per la prima volta in quasi tre mesi. Peggio ancora, non è apparso nulla di speciale. Una Roma stanca, che perde le forze nella ripresa, pareggia con la Juventus 1-1. Wojciech Szczęsny non è riuscito a segnare per la squadra di casa ma ha salvato la squadra nei minuti di recupero. In campo è sceso in campo anche Arkadiusz Milik.

Quando a gennaio Daniele De Rossi divenne allenatore della Roma, il club della Capitale era a 20 punti dalla Juventus. Il grande lavoro che sta facendo alla Roma è evidente nel fatto che prima della partita di oggi la differenza era di soli sei punti. Sembrava che dovesse calare ulteriormente, perché la Roma ha attaccato la rivale torinese fin dai primi minuti ed è stata efficace.

Szczęsny sorprendentemente calmo

Ma all’inizio Chesney si comportò in modo strano. Dopo l’azione, il difensore destro della Roma, Rasmus Christensen, ha indirizzato la palla di testa sulla sinistra. Il portiere polacco sembrava convinto che la Juventus non fosse in pericolo, ma la palla rimbalza sulla traversa. Gli zingari continuarono i loro attacchi e presto presero l’iniziativa. I padroni di casa attaccano sulla fascia destra: prima un difensore bianconero respinge, essendo vicino alla linea di porta, ma con il rimbalzo di Romelu Lukaku, Szczesny e compagni non hanno scampo. Il belga ha segnato il suo dodicesimo gol stagionale, e in quel momento la sconfitta della Roma contro i torinesi nella classifica virtuale era di soli tre punti. La Roma sembrava in grado di vincere 10 delle 15 partite di campionato in cui De Rossi era allenatore.

READ  Il Milan era impotente nella popolare Europa League. La situazione è brutta per Nikola Zalewski

Ma la Juventus ha mostrato il suo carattere. Era determinato a mantenere il terzo posto in Serie A (la Roma è quinta) e ha pareggiato i conti: dopo una bella azione di Federico Chiesa, ha mandato la palla in area di rigore e Bremer ha segnato. Si tratta del terzo gol stagionale del brasiliano nel campionato italiano.

Zalewski finalmente ha giocato contro qualcuno forte

Dall’inizio del secondo tempo si sono visti in campo due polacchi, con Nikola Zalewski in campo con i colori della Roma. L’attore polacco non gioca contro un forte rivale di Serie A dal 10 febbraio, quando è apparso nell’ultimo quarto della partita contro l’Inter (2:4). Ma è la Juventus a partire dall’inizio della seconda frazione di gara: l’energico Chiesa colpisce il palo. Più tardi, gli ospiti sono stati fortunati perché Timothy Weah ha dovuto lasciare il campo, ma l’arbitro, per una ragione sconosciuta, non gli ha mostrato un secondo cartellino giallo. La Roma perde nettamente terreno, la Juventus domina, ma dopo un po’ i padroni di casa si riprendono un po’. Hanno creato due situazioni e in una di queste Szczesny è intervenuto molto bene.

Milik è entrato in campo per la Juventus al 76′. Tuttavia, i polacchi dal campo non hanno mostrato nulla di eccezionale in questa partita, e il risultato non è cambiato, anche se alla fine gli ospiti hanno avuto due occasioni, e in una delle ultime. movimenti Tammy Abraham ha perso una bellissima occasione per la Roma. In questo caso Chesney ha fatto un ottimo intervento. Al momento le due squadre si giocano su due fronti, visto che il 15 maggio la Juventus affronterà la finale di Coppa Italia contro l’Atalanta. La Roma, invece, affronta il ritorno della semifinale di Europa League, ma per lei sarà molto difficile perché ha perso l’andata in casa 0-2 contro il Bayer Leverkus.

READ  La pole in NBA chiude la stagione. Suchan ha parlato

Mancano tre turni alla fine del campionato italiano. La Juventus è terza e la Roma quinta, ma l’Atalanta, che ha giocato due partite in meno, risale dalla sesta posizione.

Roma-Juventus 1:1 (1:1)

R. Lukaku 15′-Bremer 31′

piede. Newspix.pl

Maggiori informazioni sulla voce della Serie A:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto