Il film ha scioccato l'opinione pubblica con un numero record di nomination

Il maggior numero di 19 nomination nella storia dell'Italian Film Award è andato a “C'e ancora domani” di Davide di Donatello, debutto alla regia della famosa attrice Paola Cortellesi. Il film è stato un successo record sulla pay TV, su una piattaforma e nelle sale, visto da quasi 5,5 milioni di persone.

Facendo riferimento al neorealismo italiano, questo film in bianco e nero sulla violenza domestica, il patriarcato e la lotta per i diritti delle donne è ambientato nella Roma del secondo dopoguerra. È uscito nelle sale italiane lo scorso ottobre ed è stato un successo immediato.

Il film sconvolse l’opinione pubblica e suscitò un dibattito nazionale. Una proiezione speciale è stata organizzata al Senato di Roma in concomitanza con la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, celebrata il 25 novembre.

È stato mostrato come parte di un programma educativo rivolto a decine di migliaia di studenti di diverse centinaia di scuole secondarie, mirato specificamente a sensibilizzare i giovani sulla scia dell'ondata di femminicidi e violenza domestica in Italia.

Il film di Paola Cortellesi è stato considerato il film dell'anno scorso. Lei stessa ha ammesso di aver tratto ispirazione per il film dalle storie raccontate da sua nonna e bisnonna.

Alla Festa del Cinema di Roma ha vinto il Premio del Pubblico, il Premio Esordio alla Regia e il Premio Speciale della Giuria.

Mercoledì è stato battuto un altro record: il maggior numero di candidature per il Premio Davide di Donatello, assegnato dall'Accademia del Cinema Italiano dal 1956.

19 nomination Miglior Film, Regista esordiente, Attori protagonisti: Paola Cortellesi e Valerio Mastandria, Sceneggiatura, Musiche e Costumi. I premi verranno consegnati il ​​3 maggio presso gli studi cinematografici di Cinecittà a Roma.

READ  40 La migliore Vitamina per bambini del 2022 - Non acquistare una Vitamina per bambini finché non leggi QUESTO!

Il film è stato acquistato in molti paesi del mondo dove la sua distribuzione è già iniziata.

Silvia Vysocca di Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto