- Advertisement -spot_img
HomescienceIdentificazione errata dell'origine del missile in rotta verso la collisione con la...

Identificazione errata dell’origine del missile in rotta verso la collisione con la luna

- Advertisement -spot_img
L’oggetto che ora era sul bersaglio per entrare in collisione con la Luna è stato annunciato per la prima volta da Bill Gray, un ricercatore indipendente che si occupava di dinamica orbitale e sviluppatore di software astronomico. Lo ha identificato nel 2015 come il secondo stadio del razzo SpaceX Falcon, che è stato utilizzato nello stesso anno per lanciare un razzo Osservatorio sul clima profondo degli Stati Uniti DSCOVR.

L’oggetto, inizialmente chiamato WE0913A dagli osservatori di asteroidi, ha superato la luna due giorni dopo il lancio di DSCOVR, Egli ha detto.

“Io e altri siamo giunti ad accettare la determinazione con il secondo stadio come corretta”, ha detto Gray sul suo sito Web. “L’oggetto era circa la luminosità che ci aspetteremmo, è apparso all’ora prevista e si è mosso in un’orbita ragionevole”.

nuova definizione

Ma durante il fine settimana, Gray ha detto di aver scambiato l’origine dell’oggetto dopo aver comunicato con John Giorgini del Jet Propulsion Laboratory della NASA, che non traccia la spazzatura spaziale ma segue attentamente molti veicoli spaziali attivi, incluso DSCOVR.

“John ha notato che il sistema Horizons del JPL ha mostrato che la traiettoria del veicolo spaziale DSCOVR non si avvicina particolarmente alla Luna. Sarebbe un po’ strano che la seconda fase passi direttamente dopo la Luna, mentre il DSCOVR si trova in un’altra parte del cielo. C’è una seconda fase lì dentro”, ha detto Gray. Sempre un po’ una rottura, ma era sospettosamente grande. “

READ  SpaceX. Elon Musk. Starlinki svolazzerà sopra le nostre teste. Quando guardiamo il cielo

L’analisi condotta dal Jet Propulsion Laboratory Center for Near-Earth Object Studies della NASA indica che l’oggetto che dovrebbe avere un impatto sul lato opposto della luna il 4 marzo è probabilmente il razzo booster cinese Chang’e 5-T1 lanciato nel 2014. , secondo a una dichiarazione della NASA. rilasciato lunedì.

READ  SpaceX. Elon Musk. Starlinki svolazzerà sopra le nostre teste. Quando guardiamo il cielo

“Non è la seconda fase di una missione del 2015 di SpaceX Falcon 9, come riportato in precedenza. Questo aggiornamento è il risultato di un’analisi delle orbite dell’oggetto nel periodo 2016-2017”.

Gray ha detto che in seguito ha rivisto i suoi dati e ora è giunto a un’interpretazione diversa: ha detto che il corpo era il terzo stadio di un razzo cinese Long March 3C. Utilizzato per lanciare il Lunar Orbiter nel 2014.

Il razzo dovrebbe colpire la luna alle 7:26 ET del 4 marzo. Tuttavia, l’impatto sarà sul lato opposto della Luna e non sarà visibile dalla Terra. Il missile probabilmente si disintegrerebbe all’impatto e creerebbe un cratere largo da 10 a 20 metri (da 32,8 piedi a 65,6 piedi).

La necessità di un monitoraggio formale della spazzatura spaziale

Jonathan McDowell, astronomo presso Centro di astrofisica | Harvard e SmithsonianHa detto che identificare la spazzatura spaziale “non era facile” nell’orbita dello spazio profondo, ma ha detto che la nuova identificazione di Gray era probabilmente corretta. “Darei almeno l’80% e forse il 90% di probabilità”.
La NASA testa con successo il razzo SLS che aiuterà gli astronauti di Artemis a raggiungere la luna

Ha spiegato: “È particolarmente difficile per queste cose nelle caotiche orbite dello spazio profondo in cui raccogli qualcosa diversi anni dopo averlo visto l’ultima volta e provi a annullarlo per abbinarlo a una missione nota”.

READ  I primi test sul campo del rover Flex

McDowell ha affermato che la confusione sull’identità scenica del razzo ha evidenziato la necessità per la NASA e altre agenzie ufficiali di monitorare da vicino i rifiuti nello spazio profondo, piuttosto che fare affidamento sulle limitate risorse del personale e degli accademici.

Ci sono circa 30-50 persi Gli oggetti dello spazio profondo come lo stadio del razzo sono scomparsi da anni, ha detto, ma le agenzie spaziali non hanno tracciato sistematicamente i detriti spaziali lontano dalla Terra.

READ  Impara il polacco, studi gratuiti e un fondo sociale. AWFiS propone sostegno ai rifugiati ucraini

“Non è come LEO dove il traffico è alto, quindi la spazzatura è un pericolo per altri veicoli spaziali. Ma pensi che sarebbe una buona idea sapere dove abbiamo lanciato le cose”.

“Non è una priorità molto alta, ma penseresti che il mondo potrebbe impiegare almeno una persona per farlo bene, e forse richiedere alle agenzie spaziali di pubblicizzare i loro percorsi nello spazio profondo”, ha aggiunto.

Più veicoli spaziali andranno su questo tipo di orbita in futuro, ha detto Gray, e dovrebbe essere presa in considerazione la possibilità di mantenere “pulito lo spazio esterno”. laggiù Semplici passi che le agenzie governative e le società di lancio di missili possono intraprendere, come rendere pubblicamente disponibili gli ultimi dati orbitali conosciuti.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Stay Connected
16,985FansLike
2,458FollowersFollow
61,453SubscribersSubscribe
Must Read
- Advertisement -spot_img
Related News
- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here