I robot saranno creati da cristalli liquidi?

Gli scienziati hanno sviluppato un metodo per manipolare con precisione i cristalli liquidi in tre dimensioni. Grazie a questo, un giorno verranno creati anche dei robot mutaforma.

Gli specialisti della Johns Hopkins University hanno sviluppato, dicono, un modo semplice ed economico per manipolare le proprietà molecolari dei cristalli liquidi.

“Grazie al nostro metodo, qualsiasi laboratorio dotato di un microscopio e di un set appropriato di lenti può disporre i cristalli liquidi in qualsiasi modello”, afferma il dottorando Alvin Modine, coautore della scoperta descritta nella rivista. “Materiale avanzato”. “È probabile che i laboratori industriali e gli impianti di produzione saranno in grado di adottare questo metodo entro un giorno”.

Le molecole di cristalli liquidi, come suggerisce il nome, si muovono come un liquido, ma hanno la stessa disposizione spaziale, proprio come le molecole nei solidi. Questa direzione può essere modificata ed è già utilizzata in molti dispositivi che richiedono un controllo preciso dell'illuminazione, ad esempio i display LCD.

Tuttavia, controllarlo in tre dimensioni è stato finora molto difficile, complesso e costoso.

Si scopre che questo può essere fatto in modo più semplice ed economico.

I ricercatori hanno controllato i cristalli illuminandoli con luce polarizzata e non polarizzata attraverso un microscopio. Per illustrare, hanno creato una lente parabolica fatta di cristalli liquidi, che poi ha mantenuto la sua forma da sola.

Come spiegano, sarebbe possibile creare in modo simile diversi tipi di dispositivi che cambiano forma e robot programmabili o, ad esempio, lenti che modificano il potere di messa a fuoco a seconda delle esigenze.

“Se volessi avere una forma tridimensionale a mia scelta, ad esempio un braccio o una pinza, dovrei disporre i cristalli liquidi, con l’aiuto di un operatore idoneo, per disporli nella forma opportuna. , afferma uno degli autori della realizzazione, il Prof. Shape in the three dimension. E ora sappiamo come farlo.” Francisco Serra.

READ  Cambiare terra per coltivare può ridurre significativamente le emissioni di anidride carbonica

Ora gli scienziati stanno richiedendo un brevetto per il loro metodo e stanno esaminando diversi tipi di cristalli dalla stessa angolazione. “In precedenza, non era possibile ottenere alcune strutture perché non avevamo alcun controllo sulla disposizione tridimensionale dei cristalli liquidi. Ora ce l'abbiamo. Quando si tratta di utilizzare saggiamente questo metodo per creare diverse forme tridimensionali, siamo solo limitato dalla nostra immaginazione”, sottolinea il prof. Camminare.

La scienza in Polonia, Marek Matasz

stuoia / lo farò /

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto