Gli Stati Uniti e i loro alleati stanno preparando un piano per imporre sanzioni dure e immediate alla Russia se invaderà l’Ucraina – il “New York Times”

Gli Stati Uniti e i loro alleati stanno pianificando dure sanzioni per incoraggiare il presidente russo Vladimir Putin a invadere ulteriormente l’Ucraina. Il New York Times scrive che verranno introdotti poche ore dopo la potenziale occupazione, per informare il leader russo dei costi di un possibile attentato. Lunedì inizieranno una serie di incontri diplomatici con i rappresentanti russi per risolvere la crisi.

Le nuove “sanzioni finanziarie, tecniche e militari” – come scrive il NYT – saranno molto più efficaci di quelle imposte dall’amministrazione del presidente Barack Obama all’invasione russa dell’Ucraina orientale nel 2014 e al cyber attacco quattro anni dopo le elezioni del 2016. .

Guarda TVN24 su TVN24 su Internet >>>

Sanzioni severe contro la Russia

Il New York Times di sabato ha affermato che durante l’offensiva di Mosca, la bozza congiunta di sanzioni sarebbe stata più severa di prima, anche se aveva arrecato qualche danno all’economia russa, non raggiungendo i propri obiettivi. Putin non si è tirato indietro e ha ignorato gran parte delle responsabilità diplomatiche concesse negli accordi di Minsk.

“I programmi che gli Stati Uniti hanno discusso con gli alleati negli ultimi giorni includono l’esclusione delle principali istituzioni finanziarie russe dagli accordi globali, il divieto di tecnologie prodotte o progettate dagli Stati Uniti per la difesa e le attività di consumo e la fornitura di armi all’Ucraina. Possibile guerriglia contro l’occupazione militare russa, se ciò accade”, ha scritto il giornale, citando rappresentanti anonimi dell’amministrazione del presidente Joe Biden.

Sono state discusse anche misure di visione come il divieto totale di esportare in Russia telefoni, laptop, frigoriferi e lavastoviglie con parti progettate o prodotte negli Stati Uniti. I produttori europei e sudcoreani seguiranno le orme dei produttori di elettronica americani. “A differenza di Russia e Cina, questi prodotti non producono nulla, quindi l’effetto sarà evidente per i consumatori”, osserva il quotidiano.

READ  40 La migliore idee regalo per pasqua del 2022 - Non acquistare una idee regalo per pasqua finché non leggi QUESTO!

manovre militari russe mil.ru

Il New York Times ha indicato che tali intenzioni non sono state rivelate in anticipo, ma che i consiglieri del presidente Biden vorrebbero sottolineare ciò che dovrà affrontare in patria e all’estero, nella speranza che ciò influisca sulle sue decisioni nelle prossime settimane. Il New York Daily scrive che le sanzioni entreranno in vigore poche ore dopo un possibile attacco all’Ucraina.

Colloqui russo-americani

Lunedì a Ginevra è iniziata una serie di colloqui diplomatici per disinnescare le tensioni, guidati dal vice segretario di Stato americano Wendy Sherman. Presente il viceministro degli Esteri russo Sergei Rybakov. La Russia ha inviato quasi 100.000 persone. Soldati vicino al confine con l’Ucraina. Tuttavia, nega che si stesse preparando per un’invasione.

Esercizi di paramedici russimil.ru

“Ci si aspetta che le autorità russe avanzino le loro richieste di ‘garanzie di sicurezza’, compreso il divieto di dispiegamento di missili che minaccino la Russia in Europa e il dispiegamento di armi o truppe nei paesi della NATO che hanno aderito alla NATO dopo la caduta della NATO”, ha disse. “NYT”. Ha aggiunto che Putin chiedeva la fine dell’espansione della NATO a est e che all’Ucraina in particolare fosse impedito di aderire all’alleanza politica e militare.

L’amministrazione Biden si è detta pronta a discutere di tutte le preoccupazioni sulla sicurezza della Russia e ha la sua lista.

Vladimir PutinPAP / EPA / Alexei Nikolsky / Sputnik / Piscina del Cremlino

Il secondo incontro è previsto per mercoledì a Bruxelles. I membri della NATO prenderanno parte ai colloqui con la Russia. Il NYT prevede che l’Ucraina parteciperà alla terza riunione della serie a Vienna nell’ambito dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), ma è improbabile che si tratti di colloqui seri a causa del gran numero di partecipanti (57).

READ  Ex leader della NATO: le possibilità di una soluzione diplomatica alla crisi sono scarse

“Nessuno dovrebbe stupirsi se la Russia lancia una provocazione”.

Il quotidiano di New York ritiene che i diplomatici statunitensi siano preoccupati per la reazione della Russia dopo le lunghe settimane di colloqui perché potrebbe usare la loro potenziale sconfitta come scusa per un’azione militare.

“Nessuno dovrebbe essere sorpreso se la Russia inizia una provocazione o un incidente (…) cercherà quindi di utilizzare questo per giustificare un intervento militare, sperando che quando il mondo si renderà conto del trucco, sarà troppo tardi. Se la Russia continua su questa strada, questa volta abbiamo chiarito quali grandi conseguenze ci aspettano, comprese sanzioni che non abbiamo usato prima”, ha affermato il segretario di Stato americano Anthony Blinken in una dichiarazione sul New York Times venerdì.

Gli Stati Uniti stanno preparando un piano per imporre sanzioni alla Russia se invaderà l’Ucrainamil.ru

Tra le possibili misure di ritorsione discusse in vari ambienti a Washington durante l’invasione, “NYT” fa riferimento, tra l’altro, al generale Marek A., il leader della Coalizione. Il rapporto di Milli. In una conversazione con l’inviato russo, il generale Valery Gerasimov, due settimane fa, ha avvertito che l’invasione dell’Ucraina sarebbe stata difficile da digerire per i russi. Senza entrare nei dettagli, ha sottolineato il desiderio di fornire armi, compresi missili antiaerei stinger che potrebbero essere usati contro le forze russe.

Uno degli argomenti da discutere alla NATO la prossima settimana è il numero di truppe statunitensi di stanza negli Stati baltici e nell’Europa sudorientale, forse diverse migliaia, secondo il quotidiano di New York.

Fonte foto chiave: mil.ru

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.