Gli autisti hanno commesso un errore. Bison è un salvataggio inaspettato

I bisonti aiutano a rimuovere l’anidride carbonica dall’atmosfera. Basta un piccolo stormo per legare l’anidride carbonica2 Da migliaia di auto.

Nel 2014, una mandria di bisonti europei è stata liberata nella parte rumena dei Carpazi (Ricompensa del bisonte). Questo è un vantaggio non solo per gli interessati, ma anche per noi. Gli scienziati lo hanno stimato Una mandria di 170 animali di grandi dimensioni potrebbe contribuire a immagazzinare nelle loro case una quantità di anidride carbonica pari a quella delle emissioni di 43.000 auto a combustione. Ciò significa circa 252 auto per Bison all’anno.

Il bisonte è tornato a casa

Una mandria di bisonti è stata liberata sui Monti Sarco in Romania. Naturalmente gli animali stessi non assorbono i gas serra dall’atmosfera, anzi. Tuttavia, la sua presenza nell’ambiente appropriato stimola fortemente la crescita delle piante, che aiuta a legare il carbonio dell’atmosfera in composti organici solidi.

L’ambiente in cui è stato liberato il gregge è ideale a questo scopo. Il bisonte europeo viveva sui Monti del Sarco fino a 200 anni fa. Dal 2014, qui sono stati rilasciati 100 individui e la mandria è raddoppiata arrivando a 170 animali. Attualmente è una delle più grandi mandrie di bisonti europei a vita libera del continente. Bison hanno a disposizione circa 50 km2 Nella parte più ampia della catena montuosa. L’area erbosa ha la capacità di ospitare fino a 450 persone.

Aspetto: Il castoro è al nostro fianco nella lotta contro il cambiamento climatico

I bisonti selvatici salvano il clima

Gli osservatori non hanno dubbi sull’effetto benefico del bisonte sulle piante. Convertire una mandria di bisonti in emissioni di auto a benzina dimostra che la reintroduzione di questa specie può aiutare a mitigare alcuni degli effetti delle attività umane. I bisonti diffondono semi di piante, producono e spargono enormi quantità di fertilizzanti naturali, costringono le piante a crescere più velocemente e mentre vagano compattano anche il terreno.. Anche quest’ultimo fattore impedisce il rilascio del carbonio già immagazzinato nel terreno, il che è l’opposto dell’aratura dei campi.

READ  l'assassino silenzioso. Molte persone non hanno idea di avere una malattia renale

I dati di cui sopra, vale a dire le emissioni annuali di poco più di 252 veicoli a combustione per membro della mandria, provengono da un nuovo modello matematico e sono valori medi – per bisonti e automobili. Il modello è stato creato presso la Yale School of the Environment per stimare la quantità di anidride carbonica2Che gli animali selvatici possono aiutare a connettersi agli ecosistemi.

Bisonte nei Carpazi
Branco di bisonti nei Carpazi rumeni, WWF Romania

Lo hanno riferito gli scienziati Una mandria di bisonti potrebbe aiutare a catturare altre 54.000 tonnellate di anidride carbonica all’anno. Si tratta di 9,8 volte di più di quanto l’area potrebbe ospitare senza l’aiuto dei bisonti. Tuttavia, qui c’è un ampio margine di incertezza, fino al 55%, perché molto dipende dallo stato di salute e dall’età della mandria.

54mila tonnellate di anidride carbonica2 Ciò equivale alle emissioni di 43.000 auto americane “medie”.. I modelli europei sono spesso più economici, quindi questa cifra sarà più alta.

Gli esperti sono sicuri che il modello debba essere verificato attraverso test sul campo. Ciò aiuterà anche a determinare quanto tempo impiega la mandria per raggiungere la massima efficienza di fissazione del carbonio. Non ci si può aspettare che risultati simili possano essere raggiunti con i bisonti nelle praterie americane con vegetazione e suoli diversi.

Tuttavia, lo studio della mandria di bisonti ha aperto la strada ad altri progetti di questo tipo. Gli esperti vedono anche buoi muschiati, elefanti della foresta e altri grandi mammiferi. Diverse simulazioni mostrano risultati promettenti. Questo dovrebbe anche essere un segnale affinché la Polonia si preoccupi del nostro bisonte indigeno.

READ  La NASA vanta un sensore rivoluzionario con una risoluzione di... 36 pixel

Fonte immagine: Szczepan Klejbuk / Shutterstock, WWF Romania

Fonte del testo: The Guardian, WWF Romania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto