Evan Reitman, produttore e regista di Ghostbusters, è morto all’età di 75 anni

Reitman ha creato alcune delle commedie più durature degli anni ’80 e ’90, incluso il film del 1984 “Ghostbusters”, che ha prodotto e diretto. Il film è stato un enorme successo e ha lanciato una serie che ha attraversato decenni, tra cui “Ghostbusters: Afterlife” diretto da suo figlio Jason Reitman l’anno scorso.

“Stasera, la signora che porta la torcia sta piangendo, come facciamo tutti in Colombia e i fan del cinema di tutto il mondo. Evan Reitman è stato parte integrante dell’eredità di questo studio, ma è stato più di questo un amico”, Tom Rothman , Presidente e CEO di Sony Pictures Group Motion Pictures, hanno affermato in a twittare Dall’account Twitter ufficiale di “Ghostbusters”. “Un grande talento e un uomo ancora superiore; ci mancherà molto. Porgiamo tutte le nostre condoglianze alla sua famiglia”.

Reitman era dietro a classici come “National Lampoons Animal House” con John Belushi e “Strips” con Bill Murray, John Candy e Harold Ramis.

I crediti alla regia di Reitman includono anche “Twins”, “Kindergarten Cop” e “Junior”, tutti con Arnold Schwarzenegger, e “Dave” con Kevin Kline.

È stato produttore esecutivo del film per famiglie del 1992 “Beethoven”, del sequel “Beethoven II” e della serie televisiva del 1994 con l’amato San Bernardo.

Ha prodotto “Space Jam” del 1996, che ha visto la leggenda dell’NBA Michael Jordan collaborare con Bugs Bunny sul campo, e la versione del 2021 di LeBron James.

Reitman ha contribuito alla produzione del film candidato all’Oscar nel 2009 “Up In The Air”, interpretato da George Clooney e Anna Kendrick ed è stato scritto e diretto da Jason Reitman.

In un’intervista del 2007 su “The Hour” della CBC, Reitman ha detto al conduttore George Strombolopoulos che è difficile sapere se il film avrà successo, ma può facilmente individuare le star della commedia.

“Ti senti dopo un po’ quando vedi qualcosa di speciale in qualcuno”, ha detto. “Hanno un modo per salire sul palco o sullo schermo. Non è solo che sanno come dire qualcosa di divertente, c’è qualcosa nella loro faccia in cui devi solo continuare a guardarli”.

READ  Grimes ubolewa nad oszczędnością Elona Muska i przekonuje: "Czasami żyje PONIŻEJ GRANICY UBÓSTWA"

Alla domanda sullo stato di Schwarzenegger che si avvicinava all’altro per lavorare insieme, Reitman ha detto che era una storia divertente: “L’ho incontrato in una baita e non lo conoscevo, è venuto da me e mi ha detto ‘Sei un Acchiappafantasmi giusto?'” Ho detto di sì”. “Sai, potrei essere un cacciatore di fantasmi”, ha detto Reitman. “Ho solo pensato: mi ha detto che potrebbe essere divertente, devo crederci”.

La CNN ha contattato la famiglia Reitman per ulteriori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.