Elezione in busta. M. La Corte Suprema Amministrativa si è pronunciata sul caso Morawiecki

Di venerdì La Corte Suprema Amministrativa ha respinto i ricorsi dell’ex capo del governo e di Boksta Polska. Secondo la sentenza, la decisione di Mateusz Morawiecki riguardo alla preparazione delle elezioni postali ha violato completamente la legge. Il giudizio è definitivo.

Elezioni postali. Sentenza sulla decisione di Mateusz Morawiecki.

Il caso in questione Elezioni postaliDoveva svolgersi il 20 maggio 2020 a causa della pandemia di coronavirus in corso. Il 16 aprile 2020, il primo ministro Mateusz Morawiecki ha emesso una decisione per preparare Poczta Polska.. Sulla base di ciò, il dipartimento delle poste ha chiesto alle autorità locali di fornire la lista degli elettori. Alla fine le elezioni non si sono svolte in questo modo.

Tuttavia, l’effetto della decisione dell’ex primo ministro Denuncia presentata al tribunale amministrativo provinciale dall’allora difensore civico Adam Bodner il 28 aprile 2020. Secondo Bodner la decisione impugnata violava completamente la legge e incideva negativamente sulle libertà civili.

GUARDA: Morawiecki critica la decisione del ministro Parla di “inseguire i guerrieri”.

Il Tribunale amministrativo provinciale di Varsavia ha accolto questa argomentazione e il 15 settembre 2020 ha stabilito che la decisione impugnata non era valida. viola gravemente la legge e viene assegnato ingiustamente. La Corte ha poi sottolineato che “la decisione del primo ministro Morawiecki ha violato, tra l’altro, la Costituzione, le regole elettorali, la legge sul Consiglio dei ministri e le regole sulla procedura amministrativa. – Nessuna disposizione della Costituzione o della legge dell’Assemblea conferisce alcun potere sul Primo Ministro di organizzare o preparare eventuali elezioni generali – ha detto allora il giudice del Tribunale amministrativo provinciale Gregors Rudnicki.

READ  Bartos Veclarczyk sulla protesta contadina: i post dei politici del PiS mi fanno ridere

La sentenza è però nulla e Aveva diritto a presentare ricorso per cassazione alla Corte amministrativa suprema. La Corte Suprema Amministrativa ha esaminato il caso solo a marzo e aprile di quest’anno. L’udienza finale del caso è stata fissata per il 28 giugno.

Sentenza della Corte Suprema Amministrativa sulle elezioni di copertura. Commenti di Mateusz Morawiecki

Mateusz Morawiecki ha commentato la decisione della corte sui social media. Nel suo post, ha descritto la sentenza della Corte amministrativa suprema: “contrariamente alla logica del momento”A quel tempo insisteva affinché il suo governo agisse in questo modo.

“Le decisioni del Primo Ministro riguardo Poczta Polska e PWPW Di natura tecnica ed organizzativa (Preparazione allo svolgimento delle elezioni e non regolamentazione diretta delle elezioni). Il Primo Ministro ha ordinato solo misure tecniche coerenti con le disposizioni applicabili della legge elettorale. Lo hanno confermato anche i testimoni intervistati dalla squadra investigativa. La NSA non ne tiene conto Conseguenze socioeconomiche della sua sentenza. I risultati sono risolti e i casi chiusi”, ha scritto.

Totalmente politico“La denuncia al tribunale amministrativo provinciale è stata presentata dall’allora difensore civico e oggi procuratore generale, il quale afferma che tratterà il caso con rispetto, informa tutti poco prima che la Corte amministrativa suprema emetta il suo verdetto”, ha aggiunto.

Riassumendo il caso, l’ex primo ministro ha citato la sentenza della Corte amministrativa suprema.Distrugge la fiducia nel governoCercare di agire nei momenti più difficili della storia.

Per saperne di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto