Dietro le quinte dell’etilometro del ministro Marcin Kierwiński. Quella è una poliziotta

Sabato 4 maggio Marcin Gierwiski ha preso parte alla celebrazione della Giornata centrale dei vigili del fuoco tenutasi nella piazza Maresciallo Józef Piłusudski a Varsavia. Il suo discorso ha creato scalpore. La voce del ministro sembrava un po’ lenta e rauca, il che ha portato a ipotizzare che fosse ubriaco.

In un’intervista con Onet dopo il discorso del politico, ha assicurato di essere sobrio e che c’era un’altra ragione per i problemi sonori. – Non so perché la mia voce è così distorta. Si trattava di eco o di problemi tecnici – ha detto a Onet.

Per chiudere il dibattito sul tema, il ministro ha deciso di sottoporsi all’alcol test. I risultati dei test presso la stazione di polizia hanno confermato che il politico era sobrio.

Dietro le quinte del test dell’etilometro del ministro Kierwiski

“Fakt” ha saputo come è andata la visita del capo del Ministero degli Interni e dell’Amministrazione alla stazione di polizia Di chi è il nome che appare sulla stampa dopo il test dell’etilometro?

Contrariamente alle speculazioni, si scopre che il guardiamarina Eva Burnett non è una poliziotta immaginaria. Lavora presso il quartier generale della polizia del distretto di Varsavia-Mokotow da oltre 12 anni. Ma la poliziotta non ha voluto parlare pubblicamente del caso del ministro.

READ  Eurovision 2024: l’Italia torna tra le favorite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto