Crisi migratoria. Austria, Italia e Slovenia hanno esteso i controlli alle frontiere per 6 mesi

Lo ha annunciato mercoledì il ministro degli Interni sloveno Bosztjan Poklukar Controlli alle frontiere con Croazia e Ungheria Sarà implementato almeno fino al 21 dicembre. Ha sottolineato che continueranno a concentrarsi Prevenzione del crimine. Ha aggiunto che la polizia di frontiera cercherà di garantire che le restrizioni abbiano un impatto minimo sulla comunità locale. I ministri degli Interni sono già stati informati di questa decisione Croazia Sono unghereseE Commissione europea.

L’Italia ha sigillato i suoi confini

Hanno preso la stessa decisione ItaliaQuale Controllo temporaneo della frontiera con la Slovenia È stato lanciato il 21 ottobre dello scorso anno. Sulla base delle norme emanate dal Ministero dell’Interno italiano Ispezione ai valichi di frontiera Lo faranno Valido fino al 18 dicembre. Il ministro dell’Interno italiano Matteo Piantossi ha sostenuto che i controlli erano necessari. La situazione migratoria in evoluzione in Europa e nel Medio Oriente. Il pericolo menzionato come argomento Mescolare terroristi con migranti provenienti da lì.

Anche l’Austria teme i terroristi

Anche quello qualche giorno fa L’Austria estende il controllo delle frontiere con la Slovenia. Si applicheranno Fino all’11 novembre. Le restrizioni alle frontiere sono in vigore dal culmine della crisi dei rifugiati nel 2015 e da allora sono state estese.

READ  Dź: Si sono rifiutati di caricare merci in Russia e Bielorussia. Hanno perso il lavoro

Tomasz Dawid Jędruchów

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto