Un fotografo polacco è stato l’autore della Foto del giorno pubblicata dalla NASA il 12 maggio

Mariusz Dorlig, fotografo polacco, è stato l’autore della foto del giorno scattata dalla NASA il 12 maggio. La foto premiata mostra l’aurora boreale vista dalla città di Pogrezybin (contea di Raciborz) in Slesia.

Come menzionato dall’astrofotografo nelle informazioni fornite a PAP, l’aurora boreale è apparsa sulla Polonia il 10 maggio di quest’anno, a seguito di una tempesta geomagnetica molto forte (G5). Il proprietario della foto ha confermato che il fenomeno che si può osservare nel cielo “è un fenomeno reale (è stata la tempesta più forte degli ultimi trent’anni) e solitamente non si verifica con questa portata a queste latitudini”.

L’immagine, scattata a Pobiegeń vicino a Racibórz in Slesia, è stata selezionata dalla NASA come Immagine astronomica del giorno (APOD) il 12 maggio. APOD è un sito web gestito dalla NASA dal 1995. Ogni giorno qui appare un’immagine di oggetti astronomici o viste astronomiche.

“Questa è la distinzione più importante in astrofotografia. Ogni giorno, centinaia, se non migliaia, di immagini da tutto il mondo vengono inviate agli editori della NASA”, ha osservato Marius Durlej. “Questo è un sogno diventato realtà per me e una grande motivazione per scattare foto sempre migliori del cielo notturno e dei fenomeni celesti”, ha aggiunto.

Un astrofotografo polacco, che fotografa il cielo da diversi anni, ha ricevuto due volte il premio AAPOD2 – Amateur Astronomy Picture of the Day per le sue immagini.

L’autore della foto premiata dalla NASA vive in Slesia, a Raciburz. “Il cielo in questa zona è fortemente inquinato dalla luce (inquinamento luminoso LP). Sfortunatamente, questa zona non è molto adatta per fotografare la Via Lattea e devi andare nelle zone più buie della Polonia – come i Tatra, i Monti Bieszczady o. nella regione di Żywiec, o nella Bassa Slesia, e con Quella, lontano dalle città e sotto un cielo scuro, in Slesia, puoi fotografare con successo l’astronomia nello spazio profondo – galassie e nebulose, che sto cercando di sviluppare anche nella fotografia solare.

READ  La NASA testa nuovamente con successo i motori dello stadio primario del razzo lunare dopo un errore

Ha aggiunto di essersi ispirato al cielo in tenera età, quando aveva 16-17 anni; All’inizio era semplicemente interessato ad osservare il cielo. Ha detto: “Attualmente ho 43 anni. A quel tempo, sfortunatamente, non c’erano soldi per comprare un telescopio decente. Questa opportunità si è presentata solo nel 2017.” La passione per l’osservazione si trasformò presto in passione per la fotografia del cielo, il cui “mistero e vastità” sono ciò che più piace all’autore.

Marius Dorlej ha mosso i suoi primi passi nell’astrofotografia nel 2017. “All’epoca scattavo immagini sporadiche, stavo imparando a utilizzare l’attrezzatura e la fotografia in generale. Nel 2021 sono avvenuti molti progressi, quando le immagini hanno iniziato ad apparire esattamente le stesse “, ha detto. “I miei progressi sono stati buoni da allora”.

Nel 2017, il 26 dicembre, ha fotografato i gas di un missile balistico lanciato dal campo di addestramento di Kapustin Yar.

Le opere dell’autore possono essere viste su Instagram – https://www.instagram.com/mariusz_durlej_astrophoto/ (PAP)

posto di blocco/

La Fondazione PAP consente la ristampa gratuita degli articoli dal sito web Nauka w Polsce, a condizione che ci informiate via e-mail una volta al mese sull’utilizzo del sito web e forniate la fonte dell’articolo. Sui portali e sui siti web si prega di includere il seguente link: Fonte: Naukawpolsce.pl, e nelle riviste, spiegazioni: Fonte: Nauka w Polsce – Naukawpolsce.pl. Il permesso di cui sopra non si applica a: informazioni della categoria “Mondo” ed eventuali fotografie e materiale video.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto