Riportare “Il Padrino” alla sua gloria originale (è ancora buio)

50 anni dopo, Francis Ford Coppola Il Padrino non ha ancora finito – e non ha nemmeno finito con lui.

Coppola si è fatto le ossa con questa epopea poliziesca, che ha vinto tre Oscar, tra cui quello per il miglior film, ha portato milioni di dollari alla Paramount Pictures e ha influenzato l’industria cinematografica per mezzo secolo.

Ma I tempi sono cambiati. Non è come ai vecchi tempi. Eppure “Il Padrino” continua a invecchiare Soddisfatto di non essere seduto felicemente nel suo giardino.

Nel tentativo di preservare Il Padrino per i posteri, la Paramount, Coppola e il suo collega americano Zoetrope hanno precedentemente lavorato insieme su versioni riparate e rinnovate del film fino a 15 anni fa, in quello che in seguito fu chiamato Il Padrino. “La guarigione di Coppola”.

Ora per il 50° anniversario di “The Godfather”, che ha aperto a New York il 15 marzo 1972, Coppola e questi studi hanno prodotto un nuovo restauro. Questa ultima edizione è stata creata con fonti di pellicola di alta qualità, una tecnologia digitale migliorata e ha impiegato circa 4.000 ore per riparare macchie, strappi e altre imperfezioni. (Verrà distribuito nelle sale venerdì e in home video il 22 marzo.)

Come ha spiegato Coppola la scorsa settimana, “Tutto sta cercando di farlo sembrare come nello spettacolo originale de Il Padrino, quando aveva solo due settimane, non 20 o 50”.

Coppola, che ora ha 82 anni, ha detto che non si stanca mai di esaminare attentamente il film. Ma ovviamente, ogni tempo trascorso a pensare a “Il Padrino” riporta alla mente una miriade di sentimenti e ricordi: il dolore della sua produzione carica e l’orgoglio del suo successo sfrenato.

“Devi capire”, ha detto, “come regista, non sapevo davvero come fare Il padrino”. “Ho imparato a farlo ‘Il Padrino’.

Parlando in una video intervista al fianco di James Mukoski, archivista cinematografico e supervisore al restauro di American Zoetrope, Coppola ha discusso del nuovo lavoro in Il Padrino, delle scene che voleva mantenere oscure e delle scene che sono quasi tagliate, e ha persino lavorato per collegare il suo ultimo film in corso “. Megalopoli.” . Questi sono estratti modificati da quella conversazione.

Perché erano necessari tali sforzi di restauro?

Francis Ford Coppola Il sistema dello studio, che era così bravo a fare così tanto, è sempre stato debole in questa materia di memorizzazione. Il Padrino è stato un film di straordinario successo dell’epoca. Ma la Paramount non era preparata per quel successo. All’improvviso si ritrovò ad apparire a New York cinque nei teatri, perché c’era la richiesta di vederlo, e poi in altri luoghi del mondo. Invece di dire, teniamo il negativo originale perché sarà un bene prezioso, in pratica indossavano qualcosa di terribile perché lo usavano per fare molte stampe. Le stampe stanno iniziando a essere l’opposto di come dovrebbe essere il film.

READ  Bruce Willis ospite Corey. Demencja uniemożliwi mu grę w filmach?

James Mukoski Non esiste una versione migliore di “Il Padrino” dell’originale. Quindi quello su cui facevamo affidamento era Gordy [the film’s cinematographer, Gordon Willis] Ripristino approvato. A parte questo, non avremmo la più pallida idea di come fosse veramente il film quando è stato originariamente rilasciato.

Coppola A complicare ulteriormente le cose c’è il fatto che Gordy Willis ha utilizzato intenzionalmente una tecnica creativa estremamente pericolosa. Ha flirtato con la sua scoperta – che è un peccato – su parti dell’inquadratura. Se l’attore non era nel segno, se si trovava a meno di due piedi da dove Gordy pensava che sarebbe stato, potrebbe trovarsi nella completa oscurità. L’ha resa bella, ma non perdonava.

Come hai trovato le parti del film che sono state utilizzate in questo restauro?

Mokoski Abbiamo trovato un po’ di più rispetto ai precedenti restauri. La Paramount l’ha trovata in un altro [film] Lattine. Hanno fatto uno sforzo per mettere insieme i primi due film [made for television and titled “The Godfather Saga”] E quando hanno tagliato il film, è finito in altre lattine.

Ci sono filmati inutilizzati di “Il Padrino” che non sei mai stato in grado di individuare?

Mokoski “Il Padrino”, a causa del suo successo, hanno tenuto tutto. La Paramount ha controllato film come “Conversazione” [the 1974 Coppola drama]. E quando è stato bloccato e distribuito, hanno preso tutto ciò che ha filmato che non è finito nel film e lo hanno inviato al reparto foto. Quindi non abbiamo nient’altro che quello che vedi. Successivamente, abbiamo conservato tutto da “Apocalypse Now” e “One from the Heart” e tutto nei nostri caveau.

READ  Ultime notizie sulla regina Elisabetta - Sua Maestà la Regina ha posticipato un altro evento in cui il principe Andréj si è "rotto" dopo essersi stabilito

[A spokeswoman for Paramount confirmed this, adding that the studio has 36 shots from “The Conversation” in its stock library.]

C’è qualcosa in questo ripristino di cui non sono ancora completamente soddisfatto?

Mokoski C’erano ancora cose nella scena del matrimonio che erano di qualità degradata. Ma in generale, in questo ripristino, è difficile dirlo.

Come ci si sente a esaminare ogni singolo frame di “Il Padrino”?

Mokoski È divertente vedere le cose fotogramma per fotogramma, perché vedrai cose che nessuno vede davvero. Quando svanisce o si dissolve, vedrai una persona con il tablet. C’è una scena: il vecchio Canta la canzone al matrimonioLa sua dentiera comincia a cadere.

Questo è un film che, per design, dovrebbe essere molto oscuro. Come fai a sapere che stai guardando una foto troppo scura o non abbastanza scura?

Coppola Abbiamo avuto un primo incontro tra me, Jordi Willis, Dean Tavolaris [the production designer] Anna Hale Johnston [the costume designer] Sullo stile sarà. Abbiamo parlato dell’uso del buio e della luce. [In the first scenes] L’ufficio di Don Corleone sarebbe davvero buio, rispetto alla fotografia di matrimonio quasi sovraesposta e luminosa. Era intenzionale. So, e chiunque sia davvero premuroso, cosa è importante in un framework.

Mokoski Anche questo è un rischio quando lo spostiamo indietro. Tutti vogliono metterci la loro impronta e fare qualcosa di nuovo. Con la nuova tecnologia, sta cercando di dargli più luce. Hai questa bellissima apertura e vogliono vedere tutti i dettagli e la pannellatura in legno. Beh, non è questo il punto. Questo non è il “Padrino”.

Erano queste le cose a cui hai prestato molta attenzione durante la realizzazione del film originale?

Coppola Non posso dire che sia stato naturale per me preoccuparmi dei dettagli della fotografia. Il Padrino è stata un’esperienza molto difficile per me. Ero giovane. Mi hai spinto e mi hai respinto. C’è stato un sacco di inganno che ho fatto. Ero contento di essere sopravvissuto all’esperienza del “Padrino” e non volevo altro. Non volevo nemmeno dirigere Il Padrino II.

Stanchi di guardare Il Padrino?

Coppola no mai.

Mokoski Sono sempre nervoso per mostrarlo perché forse dirà: ‘Ah, ma sai quello che mi piacerebbe fare e non sono stato in grado di fare è apportare questi cambiamenti–‘ e qui arriva un taglio diverso. Ma lui era seduto lì e la guardava. Non si stanca mai e avrà le storie più belle. [To Coppola] Quando abbiamo fatto l’ultima recensione, mi hai detto che non vogliono che tu giri La scena in cui Brando ha avuto un infarto.

READ  Marcin Hakiel ha commentato la metamorfosi. Bocaza, El Wai

Coppola È stato tagliato dal testo. Bramont pensò, Quando vai al cimiteroSaprai che è morto. Ma l’ho rubato [scene] Andando un po’ presto al matrimonio e mangiando pomodori nello stesso posto. Fammi fare questo trucco che faccio io stesso, disse Brando [children]. Ha fatto il trucco della buccia d’arancia. È stata una sua idea e mi ha salvato. Grazie a Marlon Brando e Dean Tavolaris per avere i pomodori. Abbiamo dovuto spostarli da qualche altra parte ed è stato un enorme scandalo per quanto costasse una scena tagliata dalla sceneggiatura.

Hai qualche desiderio di rimontare “Il Padrino” nel modo che preferisci Ha rifatto “The Godfather Part III” in “The Godfather, Coda”?

Coppola Padrino, direi che non ci sono cambiamenti che voglio fare. Ci sono alcune foto che possiedo e che sto cambiando e altre che non toccherò. Ma non esiste una regola generale su questi. Ora chiedimi, film, se ho intenzione di cambiarlo o meno. Hai un mio film di cui vuoi chiedermi qualcosa?

Uh – Ho appena rivisto “Bram Stoker’s Dracula” qualche settimana fa. E quello?

Coppola Non ci sono modifiche a “Dracula”. Questo è il taglio. Dracula è un film completo.

Il Padrino ha già sofferto per 50 anni. Se doveva essere il film per cui sei famoso, sei in pace con questo?

Coppola Penso che sia già il film per cui sono famoso. Se chiedessi a tutti di dire perché dovrei essere considerato importante, direbbero “Padrino”. “Apocalypse Now” potrebbe arrivare secondo. “Apocalypse Now” è un film molto più strano ed eccitante per certi versi. Ma ho sempre fatto film che non sapevo come fare e ho imparato dal film stesso. Ecco perché la mia carriera è così strana. Ti assicuro che Megalopolis è il film più ambizioso, più strano, più strano che abbia mai provato, e non ho idea di come sia stato realizzato. E lo adoro, perché so che mi insegnerà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.