Polemica in Svezia. Questo è un computer fatto con cellule staminali umane

Gli scienziati svedesi di FinalSparks hanno creato un lavoro controverso. Questo tipo di “computer vivente” è stato creato sulla base di cellule staminali umane, da cui sono stati creati elementi simili a neuroni del nostro cervello.

Secondo il lavoro dei ricercatori della società svedese FinalSparks, è composto da 16 organoidi, vale a dire Collezioni di cellule cerebrali coltivate in laboratorio, Che inviano informazioni tra loro. Funzionano in modo simile ai chip dei computer tradizionali – Inviano e ricevono segnali tramite cellule nervose che agiscono come circuiti. La soluzione presenta molti vantaggi, ma può anche sollevare qualche dubbio.

Meno potenza, stesse prestazioni?

Tra i vantaggi va sicuramente menzionata la questione del consumo energetico: come sottolinea il Daily Mail, anche i neuroni potrebbero averne bisogno Un milione di volte meno energia rispetto agli attuali processori digitali, garantendo le stesse prestazioni. Come funziona tutto questo? Gli organismi stessi che compongono il “computer vivente” sono piccole colture di tessuti 3D auto-organizzanti realizzate in laboratorio da cellule staminali umane. Gli studiosi raccolgono quest’ultimo e Li coltivano per circa un mese finché non sviluppano caratteristiche come i neuroni.

I “Live PC” di FinalSparks sono quasi arrivati 10.000 di questi neuroni hanno un diametro di circa 0,5 mm. Gli organoidi utilizzati a questo scopo vengono addestrati con dosi di dopamina. Ogni volta che completano correttamente un determinato compito, Ricevono l’ormone della felicità come ricompensa. Sebbene gli organismi stessi siano mantenuti in condizioni speciali che li aiutano a sopravvivere, non vivono per sempre. Muoiono dopo circa cento giorni. Vengono sostituiti da altri.

Computer dal vivo

Il team di FinalSpark è recentemente entrato in una nuova fase del suo lavoro. Gli svedesi hanno recentemente lanciato Brain Computer come piattaforma online per connettere ricercatori di tutto il mondo Conduzione di esperimenti a distanza su neuroni biologici in laboratorio. Secondo il Daily Mail sono già più di 30 le università interessate alla ricerca. Il prossimo passo per il gruppo di ricercatori svedesi è… Una migliore comprensione di come funziona il cervello stessoCiò può portare alla cura di molte malattie. Ma non si può negare che questa idea sia controversa, e sicuramente più il progetto verrà sviluppato, più aumenteranno i dubbi etici riguardo a questa tecnologia. Lascia che sia quello che è, Stiamo parlando di tessuti di origine umana che agiscono come i neuroni del nostro cervello.

READ  L'educazione religiosa nelle scuole è il tema della 398esima Assemblea generale della Conferenza episcopale polacca

Fonte immagine: Shutterstock, Trisha

Fonte testo: Daily Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto