L'Italia vuole essere uno dei maggiori produttori di chip in Europa: il mondo dei computer

Come riportato da Bloomberg News lo scorso fine settimana, il Ministro dell'Industria italiano Adolfo Urso ha dichiarato che il governo del suo Paese intende investire quest'anno quasi 10 miliardi di euro nell'industria dei semiconduttori.

Lo ha confermato ufficialmente Adolfo Urso nel fine settimana in un incontro con gli esponenti del Partito Fratelli Italiani. Ha affermato che l’Italia è pronta a diventare uno dei maggiori produttori di microelettronica in Europa. Secondo i media, avrebbe affermato: “Credo che nelle prossime settimane potremo annunciare decisioni più importanti riguardo a questa iniziativa”. L'annuncio di uno stanziamento così ingente per il settore dell'elettronica nazionale è arrivato dopo che il governo italiano non è riuscito a convincere la società americana Intel a creare una fabbrica di chip in Italia.

Ricordiamo che nel marzo dello scorso anno il governo italiano aveva annunciato l'interesse della società singaporiana Silicon Box a costruire una fabbrica di semiconduttori nel Nord Italia per un costo di 3,4 miliardi di dollari. I dettagli tecnici di questo investimento e il luogo in cui verrà costruita tale fabbrica sono ancora in fase di definizione. Tenendo conto di questi due dati, si può dire che tra qualche anno l’Italia sarà quella che produrrà più patatine in Europa.

Controlla anche:

READ  40 La migliore Crema contro le smagliature del 2022 - Non acquistare una Crema contro le smagliature finché non leggi QUESTO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto