La Lazio investirà sul Flamino? – Stadiony.net


Fonte: Stadiony.net; Autore: Paulina Skóra


Il presidente della Lazio Claudio Lotito lavora da anni a un progetto ambizioso, che punta a costruire uno stadio per i biancocelesti in modo che non debbano più condividere una struttura con la Roma. Questo investimento darà i suoi frutti?

Una nuova vita dopo tredici anni?

Nel 2004 ho presentato un progetto che potrebbe essere oggi la vetrina della città: un porto turistico, un nodo stradale e una stazione ferroviaria presso lo stadio. Mi è stato detto che Lodito voleva speculare. Oggi non esistono minacce del genere – Lo ha detto il presidente della Lazio in un’intervista al Campidoglio.

Lo Stadio Flamino è stato inaugurato nel 1958 e dispone di una grande capienza 40.000 tifosi. Nella stagione 1989/90, dal 2000 al 2011, lo Stadio Olimpico giocò in uno stadio ristrutturato che ospitò la Nazionale Italiana di Rugby. Fino al 2011 presso l’impianto giocava anche una società di calcio dilettantistica, l’Atletico Roma FC.

Il Flamino però non venne completamente ristrutturato, per cui le sue condizioni peggiorarono nel corso degli anni. Inoltre, la capacità è stata ridotta per motivi di sicurezza, dagli iniziali 40.000 a quasi la metà nei primi anni 2000. La capienza dello stadio è stata aumentata a 30.000 nel 2011 grazie ad interventi temporanei voluti dalla Federazione Italiana Rugby. Successivamente venne aggiunto un palco modulare dietro una delle porte e nello stesso anno la nazionale italiana di rugby si trasferì allo Stadio Olimpico. La struttura ha perso il suo inquilino principale. Da allora, il terreno è rimasto vuoto e cade in rovina.

READ  10 La migliore telefono bambini del 2024 - Non acquistare una telefono bambini finché non leggi QUESTO!

Stadio Flaminio© _smARTraveller

Quando conosceremo il progetto definitivo?

Nel 2021 è nata l’idea di utilizzare la struttura in modo poliedrico, sfruttando la piscina e la palestra esistenti nel seminterrato. Attualmente è in fase di rivalutazione, ma i funzionari della città sono aperti a prendere in considerazione anche altri progetti. E il presidente della Lazio ha annunciato la realizzazione di una struttura del genere. Il progetto sta per essere lanciato ufficialmente All’inizio di maggio. Bisogna indovinarlo prima Aumentare la capienza del Flamino a 45.000 o 50.000 posti.

Questo è un progetto a cui stiamo lavorando. Non è facile perché ci sono molti limiti da superare e molti problemi da risolvere, dalla portata dell’organizzazione alla sua capacità. Non posso promettere a chi ama la Lazio che il nuovo stadio sarà il Flaminio, ma posso assicurarvi che faremo tutto il possibile perché ciò accada. – Ha detto Claudio Lotito in un’intervista a La Gazzetta dello Sport.

Sebbene il piano non sia stato ancora presentato, sono in corso lavori avanzati sui suoi dettagli. Durante la trasmissione di qualche giorno fa Radiazione Maggiori dettagli sulla questione sono stati rilasciati. Il Comune ha detto “no”. È prevista la costruzione di un centro commerciale vicino allo stadio. La bocciatura di questo punto chiave costringe la Lazio a ripensare aspetti chiave del piano. Questo elemento può non solo modificare la planimetria dell’area, ma incidere anche sugli aspetti economici dell’intero progetto.

Sarà quindi una sfida per Lotito e i suoi partner, che dovranno ripensare il piano per conciliare le esigenze della squadra e dei tifosi con le linee guida del Comune. Al momento non ci sono dettagli specifici sulle prossime mosse della Lazio. NO Un ufficio legato ad un centro commerciale può apportare modifiche significative all’intero progetto. Resta però invariato l’obiettivo di Claudio Lotito Dobbiamo lavorare su un terreno nuovo.

READ  Mariusz Kamiński - Riunione del comitato investigativo. La nuova data della convocazione - ha detto il presidente Michał Szczerba

Stadio Flaminio© _smARTraveller

I giocatori di rugby prenderanno Flamino?

Ma l’impianto, abbandonato da quasi 13 anni, non interessa solo al Lazio. Federazione Italiana Rugby. Il presidente della Confederazione, Marzio Innocenti, ha incontrato i rappresentanti confederali che lavorano per il rilancio del Flamino. L’incontro aveva l’obiettivo di discutere della collaborazione tra la Federazione Italiana Rugby e la Confederazione, di individuare nel dettaglio le esigenze e determinare le strategie più idonee per avviare il processo di rinnovamento dello stadio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto