Italia. Per 30 anni ha nascosto il volto sotto un passamontagna. L '”Ultimo Capitano” contesta le elezioni

Sergio Di Caprio Poiché questo è il vero nome dell'ex generale dei Carabinieri, 63 anni, ha fatto scalpore nei media italiani. Per la prima volta dal 1993Ha deciso di rivelare il suo volto in pubblico Nel corso di un incontro con gli elettori al Teatro Quirino di Roma.

– Dopo 31 anni svelo il mio volto, la mia ultima difesa contro la mafia, perché voglio continuare a servire apertamente il popolo italiano. Lo faccio con la stessa umiltà, con lo stesso coraggio, con lo stesso amore che avevo per lui da carabinieri – ha spiegato l'ex funzionario citato da “La Repubblica”.

Annuncia il suo debutto dal catalogo “Liberta” di Cateno de Luca, titolare del Taormina. Alle elezioni del Parlamento Europeo.

“L'Ultimo Capitano” è in corsa per il Parlamento Europeo

Come ricorda “Il Messaggero”, non è la prima volta che un membro d'élite della gendarmeria dei Carabinieri cerca un incarico politico. Già nel 2013 c'era DiCaprio Candidato alla presidenza italiana A nome di Fratelli d'Italia. Tuttavia, in tutte le sue apparizioni precedenti, aveva un passamontagna o una sciarpa tirata a metà del viso.

Ha stabilito È dopo l'arresto di Totò Rina – il capo di Cosa Nostra – a Palermo nel gennaio 1993, dopo di che la mafia italiana lo ha condannato a morte. A causa della minaccia reale, i criminali hanno anche cercato di convincere gli amici di DiCaprio a unirsi al piano per rapirlo e ucciderlo. Gli fu nominato un vice. Rimase sotto la sua supervisione con brevi pause fino al 2020 – scrive “Il Messaggero”.

READ  40 La migliore Organizzatore per scarpe del 2022 - Non acquistare una Organizzatore per scarpe finché non leggi QUESTO!

Vedi: Italia. Avvelenamento durante la messa. 40 persone sono state ricoverate in ospedale

Dopo aver conseguito il grado di tenente presso l'accademia militare di Modena e essersi diplomato alla scuola ufficiali di Roma, DiCaprio chiese di essere trasferito nella Sicilia infestata dalla mafia. Già all'età di 24 anni arrestò i famigerati gangster Vincenzo Puccia e Antonin Gargana. Dopo essere stato trasferito a Milano È diventato il capitano della Russia (Gruppo Operazioni Speciali).

Fu lì che fondò un'unità militare da combattimento Negli anni 1992-1997 Lottò contro Cosa Nostra a Palermo e ne arrestò il boss, Totò Rina.

Dalla gendarmeria alla politica. “È un onore lavorare per i poveri”

Dal 2000, l '”ultimo capitano” è vice-capitano Nucleo Speciale Carabinieri per la Tutela dell'Ambiente (Noe) A Roma e poi in Calabria fu portato a scoprire altri delitti.

Nel 2017, DiCaprio ha spiegato, Perché ha adottato il soprannome di “L'Ultimo Capitano”?

Vedi: Italia. Il sindaco dell'isola offre capre. “Chiunque può candidarsi”

“Mi sono definito Ultimo quando ho capito che tutti vogliono essere primi, fare bella figura, vincere, fare bella figura con i capi (…) Non mi interessa, parlo per me e per tanti Carabinieri” Il nostro più grande rispetto e orgoglio è lavorare per i poveri, questo è (…)”, ha spiegato DiCaprio.

Nel 2015 ha fondato un'associazione a Roma. Riabilitazione dei minori Persone provenienti da famiglie dedite alla criminalità.

Per saperne di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto