I Neanderthal mangiavano gli elefanti. Il mammut del sud è nella lista

Gli antenati delle persone di oggi cacciavano vari animali e si scopre che tra loro c'erano anche specie molto grandi. Ciò è confermato dalle ricerche condotte dai paleontologi e dagli archeologi spagnoli che hanno effettuato le indagini Resti di mammut risalenti a più di un milione di anni fa È stato scoperto in un sito nella penisola iberica.

Questa scoperta proviene dal sito Fuente Nueva 3 a Orci vicino a Granada, che si trova nel sud della Spagna. Gli scienziati hanno scoperto lì i resti di un mammut lanoso (Mammuthus meridionalis). Si è scoperto che le attività svolte dai Neanderthal risalgono a circa 1,2 milioni di anni fa.

I resti rinvenuti appartengono probabilmente ad una femmina di mammut morta all'età di 50-60 anni. È stato trovato lì Pezzi realizzati con strumenti primitiviChe gli antenati delle persone di oggi avevano a loro disposizione. Inoltre, è possibile vedere anche le tracce lasciate dai predatori della specie Smilodon (tigre dai denti a sciabola).

La scoperta dei paleontologi e archeologi spagnoli è di grande interesse scientifico perché lo è Il più antico del suo genere non solo nella penisola iberica, ma in tutta Europa. Risalente a circa 1,2 milioni di anni fa, è l'ultima conferma che i Neanderthal avrebbero potuto mangiare gli elefanti.

Per risolvere il mistero dei “saccheggiatori” dei mammut meridionali, i ricercatori spagnoli hanno utilizzato l'intelligenza artificiale. Per identificare le ferite sui resti dell'animale è stata utilizzata l'intelligenza artificiale, che ha permesso di identificare gli autori. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Quaternary Science Review.

Gli antenati umani cacciavano i mammut e questa non è una novità. Ciò è stato confermato da varie scoperte in cui sono stati esaminati i resti di questi animali ritrovati. A questo scopo, venivano usati metodi per cacciare creature di grandi dimensioni. Ad esempio, furono scavate fosse nelle quali cercarono di allevare vittime della caccia.

Ciò è stato confermato, tra l'altro, da: crateri trovati in Messico con una profondità di 1,7 metri e un diametro di 25 metri. I primi esseri umani tentarono in gruppi di separare i singoli animali dai gruppi e furono poi indirizzati a scavare fosse.

READ  È stato scoperto il più grande buco sulla Terra, che misura meno di 100.000 piedi quadrati. Anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto