È stato scoperto un pianeta con la densità dello zucchero filato

A una distanza di 1,2 mila anni luce dalla Terra, è stato scoperto un pianeta grande la metà di Giove e sette volte più leggero. È costituito principalmente da idrogeno ed elio e ha una densità simile a quella dello zucchero filato.

Scienziati dell’Università di Liegi (Belgio) compaiono nella rivista “astronomia naturale” Descrizione di un insolito pianeta extrasolare. Situato a 1.200 anni luce di distanza, WASP-193b è un pianeta gigante grande circa la metà di Giove e sette volte meno massiccio.

“WASP-139b è il secondo pianeta meno denso scoperto finora, dopo Kepler-51d, che è molto più piccolo”, afferma Khaled Al-Barqawi, primo autore dell’articolo.

“La sua densità estremamente bassa lo rende una vera anomalia tra gli oltre cinquemila esopianeti scoperti finora. Questa densità estremamente bassa non può essere spiegata con modelli standard di giganti gassosi irradiati, nemmeno negli scenari più entusiasmanti e in assenza di un nucleo interno. “

L’insolito globo è stato scoperto dal Wide-Angle Planetary Search Program (WASP), un programma di ricerca internazionale che utilizza telescopi robotici posizionati in diverse parti della Terra.

È stato inoltre stabilito che il pianeta orbita attorno alla sua stella madre, WASP-193, ogni 6,25 giorni.

Gli autori del nuovo studio hanno utilizzato gli osservatori TRAPPIST-South e SPECULOOS-South gestiti dall’Università di Liegi e dall’Osservatorio Europeo Australe in Cile.

A quanto pare, la densità del pianeta è di soli 0,059 grammi per centimetro cubo. Per fare un confronto, il pianeta più grande del sistema solare, il gigante gassoso Giove, ha una densità di 5,51 grammi per centimetro cubo.

Gli scienziati sottolineano che lo zucchero filato è uno dei materiali più simili in termini di densità.

READ  USA/Scienziati: Il caffè più amato al mondo ha 600mila anni. Anni

“Questo pianeta è così leggero che è difficile trovare un oggetto solido con una densità simile. La ragione per cui il pianeta ha una densità simile a quella dello zucchero filato è che allo stesso tempo è fatto quasi interamente di aria il pianeta è, in breve, molto sottile”.

Secondo gli scienziati, WASP-193b è costituito principalmente da idrogeno ed elio, come altri giganti gassosi. Tuttavia, nel loro caso, i gas creano essenzialmente un’atmosfera massiccia che si estende per decine di migliaia di chilometri più lontano, ad esempio, dell’atmosfera di Giove.

Non esiste alcuna teoria attuale che possa spiegare questo.

I ricercatori ritengono che sarebbero sicuramente necessarie grandi quantità di energia dall’interno del pianeta. Non si sa però da dove provenga.

“WASP-193b è un mistero cosmico. La sua soluzione richiederà ulteriore lavoro osservativo e teorico. Ci sarà una particolare necessità di analizzare l’atmosfera, cosa che può essere fatta con l’aiuto del telescopio spaziale James Webb e confrontare i risultati con i meccanismi teorici ciò potrebbe portare a una così grande espansione dell’atmosfera”, conclude il dottor Al-Barqawi. porta)

Marek Matacz

con/otto/

La Fondazione PAP consente la ristampa gratuita degli articoli dal sito web Nauka w Polsce, a condizione che ci informiate via e-mail una volta al mese sull’utilizzo del sito web e forniate la fonte dell’articolo. Sui portali e sui siti web si prega di includere il seguente link: Fonte: Naukawpolsce.pl, e nelle riviste, spiegazioni: Fonte: Nauka w Polsce – Naukawpolsce.pl. Il permesso di cui sopra non si applica a: informazioni della categoria “Mondo” ed eventuali fotografie e materiale video.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto