Uno strano oggetto luccicante è stato scoperto sulla superficie di Marte. Niente di simile è mai stato visto prima

Nell’area conosciuta come Monte Washburn nel cratere Jezero su Marte La sonda Perseverance ha scoperto una roccia sorprendente e brillante la cui struttura e colore sono diversi da qualsiasi cosa precedentemente documentata sulla superficie del pianeta.. L’analisi di questo oggetto può rivelare molti segreti degli antichi processi geologici che si verificano sul Pianeta Rosso.

“La diversità della struttura e della composizione del Monte Washburn è stata una scoperta entusiasmante per il team perché queste rocce rappresentano una raccolta di doni geologici portati dal bordo del cratere e forse oltre”, ha affermato Brad Jarzynski della Western Washington University di Bellingham. Ma tra tutte queste rocce diverse C’era qualcosa che ha davvero attirato la nostra attenzione.

Sullo sfondo di rocce quasi nere e sabbia color ruggine, apparve una roccia eccezionalmente luminosa, che rifletteva chiaramente i raggi del sole. Oggetto dal nome insolito “Punto Atoko” È largo 45 cm e alto 35 cm.

La NASA ha dichiarato in una dichiarazione: “In termini di dimensioni, forma e disposizione dei grani minerali e dei cristalli – e forse della composizione chimica – Atoko Point è una classe a parte“.

Il rover Perseverance ha analizzato un oggetto insolito utilizzando SuperCam e Mastcam-Z. Si è scoperto che la roccia era fatta di Pirosseni IO Standard. I pirosseni sulla Terra sono spesso un componente delle rocce ignee e metamorfiche e cristallizzano in un sistema monoclino o ortogonale. Il feldspato, invece, è un silicato di alluminio che, insieme al quarzo, è il minerale più importante per la formazione delle rocce del pianeta blu.

Gli scienziati non hanno idea di come Atoko Point sia arrivato in fondo Cratere Jezero. Una teoria è che si tratti di una porzione staccata di un affioramento igneo che è stato esposto nel corso di centinaia di milioni di anni e che la roccia stessa si è formata in profondità sotto la superficie del pianeta. La seconda indica che la roccia fu trasportata da una forte corrente Un antico fiume scorreva su Marte.

READ  Batte record dopo record. Completa il circuito di Elden in meno di 37 minuti

“In ogni caso, la squadra almeno lo crede Atoko è la prima roccia del suo genere che hanno visto“Non sarà l’ultimo”, si legge nel comunicato.

I dati raccolti verranno ora analizzati nel dettaglio dagli scienziati e nel prossimo futuro riceveremo maggiori informazioni sull’insolito oggetto marziano. Il rover è attualmente nella fase finale della sua quarta campagna scientifica.

Sta cercando prove dell’esistenza Depositi di carbonato e olivina Nella regione lungo il bordo interno del cratere Jezero. L’obiettivo è analizzare un misterioso affioramento di roccia chiara, che potrebbe essere un’ex scogliera lungo il fiume, o potrebbe essere un precedente letto di riempimento. Ora dirigi il robot verso l’area denominata “Difficile scogliera”Studiarne la geologia. Dopo la ricerca preliminare, gli scienziati decideranno se raccogliere un nucleo unico da questo luogo.

***

cosa ne pensi di Lavoro editoriale Tipo strano? votaci! la tua opinione conta.

***

Rimani informato E diventa uno dei nostri 90.000 follower sulla fan page, ad es Geekwick su Facebook E commenta lì i nostri articoli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto