Il Ministro raccomanda azioni legali contro la CNN per l’informazione su Puglia e mafia

Il ministro della Difesa italiano Guido Crosetto ha suggerito la possibilità di un’azione legale contro l’emittente americana CNN nella regione Puglia dove giovedì inizierà il vertice dei leader del G7. È stato presentato come parte della “crescente violenza di tipo mafioso”.

Mercoledì i pugliesi e gli imprenditori locali sono stati indignati per l’immagine della loro regione, con la stampa tutta italiana che ha seguito la storia della CNN.

Il ministro della Difesa X ha scritto in un messaggio su Platform: “La CNN descrive la Puglia come una terra selvaggia dove succede di tutto: omicidi in pieno giorno, sequestri sotto minaccia di armi, mutilazioni, cellule dormienti di terroristi”.

Ricorda anche il titolo del servizio: “Stile mafioso”.

Crocetto ha poi affermato: “È un peccato che la gente, gli imprenditori e i lavoratori pugliesi si ribellino, giustamente. È un’interpretazione falsa e inaccettabile contro la quale tutti dobbiamo ribellarci”.

Il ministro ha ritenuto necessario chiedere alla corte statunitense di “ritenere la CNN responsabile di questo insulto internazionale”.

Crocetto ha assicurato di non sottovalutare la presenza della mafia locale, detta Sacra Corona Unita, e ha aggiunto che “la polizia, i carabinieri, la guardia di finanza e la giustizia combattono tranquillamente ogni giorno”.

“Ma basterà – ha aggiunto – leggere le statistiche per vedere che in Puglia si registrano molti meno casi di violenza all’anno che in una grande città degli Stati Uniti, di cui lascerò il nome senza inchinarmi. A questo punto. “

Nessuno, ha insistito il capo del ministero della Difesa italiano, può “contaminare” il G7.

Come ha scritto, la Puglia va tutelata con orgoglio.

READ  I problemi di Jacek Protasiewicz. Il vice voivoda della Bassa Slesia potrebbe perdere il suo posto

Silvia Vysocca di Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto