Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Inchiesta “Kerkent”, applicata sorveglianza speciale a due agrigentini

Inchiesta “Kerkent”, applicata sorveglianza speciale a due agrigentini

Sono soggetti ritenuti socialmente pericolosi. Il Tribunale di Palermo, su proposta del Questore di Agrigento Rosa Maria Iraci, ha emanato due decreti di applicazione della Sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza, con obbligo di soggiorno, per la durata di 3 anni, a carico di G.E., di 55 anni, di Agrigento e C.A., di 49 anni, di Porto Empedocle. Nel marzo 2019 entrambi sono stati tratti in arresto nel corso dell’operazione “Kerkent”, condotta dal personale della Dia di Agrigento, con l’accusa di associazione mafiosa, finalizzata traffico di stupefacenti.
Il Tribunale di Palermo ha ritenuto che dalle indagini effettuate si evince il pieno inserimento di entrambi i soggetti nell’attività del settore criminale degli stupefacenti, e il loro coinvolgimento nell’organizzazione, il cui vertice era rappresentato dal boss Antonino Massimino. Il Tribunale di Palermo ha ritenuto, che il 55enne, abbia svolto un ruolo centrale all’interno della consorteria criminale, e che il 49enne, abbia svolto un ruolo nello smercio di stupefacente.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su