Tu sei qui
Home > Rubriche > Oltre la provincia > Sicilia in zona arancione, Musumeci: “Decisione che provoca tanta amarezza”

Sicilia in zona arancione, Musumeci: “Decisione che provoca tanta amarezza”

La Sicilia entra in zona arancione, ma la curva dei contagi Covid nell’Isola continua a mantenersi stabile. “E’ una delle contraddizioni legate alla linea dura adottata del Governo – sottolinea anche il Governatore Nello Musumeci -. Provoca tanta amarezza questa decisione adottata con un decreto legge, a cui non possiamo assolutamente opporci, nonostante i dati della Sicilia siano confortanti: abbiamo infatti parametri in linea con una condizione di non emergenza, ci sono meno ricoveri in terapia intensiva, anche se negli ultimi giorni sono aumentati i contagi”.

Nel frattempo nelle prossime ore giungeranno in Sicilia gli ispettori del Ministero della Salute per le verifiche sulla morte del sottufficiale della Marina militare Stefano Paternò, 43 anni, deceduto il giorno dopo essere stato sottoposto alla prima dose di vaccino AstraZeneca. Nel pomeriggio di oggi è stata eseguita l’autopsia, disposta dalla Procura di Siracusa per accertare quale sia stata la causa, o le cause. Per i risultati dell’esame autoptico bisognerà attendere.

Dalla settimana prossima, intanto, prenderà il via anche in Sicilia la campagna di vaccinazione anti-Covid con le prenotazioni per le persone “estremamente vulnerabili”. Si tratta di una platea che complessivamente interessa circa 500 mila cittadini. Per il resto in Sicilia si proseguirà con le vaccinazioni programmate per età anagrafica e non per categoria.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su