Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Accusati di ricettazione di 400 chili di rame e ferro, reato prescritto per tre agrigentini

Accusati di ricettazione di 400 chili di rame e ferro, reato prescritto per tre agrigentini

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Sabrina Bazzano, ha riqualificato il reato di ricettazione in fatto di particolare tenuità, e ha disposto il non doversi procedere per intervenuta prescrizione dei reati, di tre imputati, accusati di ricettazione in concorso. Si tratta di Rita Venturini, 55 anni, nata a Beirut (Libano) ma residente ad Agrigento (difesa dall’avvocato Salvatore Tirinocchi); Audenzia Mjriam Costa, 31 anni, di Favara (difesa dall’avvocato Calogero Vetro), e Stefano Fragapane, 29 anni, di Favara (difeso dall’avvocato Davide Casà).

La vicenda è datata nel tempo, al 24 settembre del 2012. I tre sono stati trovati in possesso di 149 chili di rottami e rame e 270 chili di rottami ferro, provento di furto consumato in una ditta di autodemolizioni, nella zona industriale di Agrigento. Nei giorni a seguire i tre imputati avrebbero cercato di rivendere rame e ferraglia, ad un’attività. I titolari, invece, ritenendo che quel carico fosse stato rubato, avvisarono i carabinieri.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su