Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > La rissa di Porto Empedocle, applicati quattro Daspo

La rissa di Porto Empedocle, applicati quattro Daspo

Il Questore della provincia di Agrigento Rosa Maria Iraci, al fine di scongiurare episodi di violenza, e la commissione di reati in occasione di manifestazioni calcistiche e sportive in genere, ha  disposto l’irrogazione del Daspo (il divieto di partecipazione alle manifestazioni sportive), con interdizioni dai 3 ai 4 anni, a quattro soggetti di Porto Empedocle, arrestati per rissa nei giorni scorsi, vietando loro  l’ingresso, e la sosta nei pressi degli impianti sportivi durante gli incontri, ed il transito nelle strade interessate dal passaggio delle squadre e dei supporters.

Tali provvedimenti sono scaturiti da un evento verificatosi lo scorso 1 marzo, nel quartiere denominato “degli Indiani”, in contrada “Vincenzella, all’ingresso dell’abitato empedoclino, quando i quattro giovani erano rimasti coinvolti in una violenta scazzottata per futili motivi. Alla vista della polizia di Stati i rissanti cercavano di dileguarsi. Gli agenti del Commissariato “Frontiera” riuscivano ad identificare i quattro che, nel tentativo di divincolarsi per sfuggire al controllo, percuotevano gli agenti con calci e pugni, e li costringevano alle cure del caso presso il locale nosocomio.

Negli ultimi 12 mesi, conseguentemente ad eventi simili, la Questura di Agrigento ha irrogato in provincia oltre 100 Daspo e più di 30 Dacur, ossia il divieto di frequentare determinati esercizi pubblici, dove i sanzionati si sono resi responsabili di condotte violente. (Nella foto un momento della rissa)

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su