Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Evade per la seconda volta in 24 ore, da Agrigento a Caltanissetta: arrestato agrigentino

Evade per la seconda volta in 24 ore, da Agrigento a Caltanissetta: arrestato agrigentino

Trovato in compagnia di una ragazza, all’arrivo dei poliziotti, è fuggito velocemente a gambe levate. Dopo ore di ricerche lo stesso è stato rintracciato, in un albergo a Caltanissetta, e con la stessa donna. Protagonista del fattaccio il ventottenne di Agrigento, Alessandro Rizzo, arrestato dai poliziotti della sezione Volanti, dopo essere evaso, e lo ha fatto per ben due volte nell’arco di 24 ore, dagli arresti domiciliari. Il giorno precedente era stato acciuffato e arrestato al Villaggio Mosè, dai carabinieri della Radiomobile, e su ordine dell’Autorità giudiziaria, rimesso in detenzione domiciliare.

L’altra mattina, gli agenti hanno bussato alla sua porta, per effettuare un controllo di routine. Il 28enne, nonostante fosse ai domiciliari, è stato trovato in compagnia di una ragazza. Da qui la contestazione della violazione da parte degli uomini in divisa. Lui è scappato via. E’ partita una vera “caccia” all’uomo, durata fino a sera. Gli investigatori, coordinati dalla Procura della Repubblica, hanno cominciato a visionare diverse telecamere di impianti di videosorveglianza di Agrigento, e l’auto di Rizzo, è stata ripresa transitare lungo la Statale 640, alla rotatoria “degli Scrittori”, poi in territorio di Canicattì, ed infine alle porte di Caltanissetta.

Gli agenti, dopo un’attenta perlustrazione, con più pattuglie, hanno ritrovato la vettura dell’agrigentino, parcheggiata davanti ad una struttura ricettiva. Quindi hanno fatto irruzione, e all’interno di una camera, hanno trovato il ventottenne, e la donna, la stessa già identificata ore prima, nell’abitazione del giovane a Villaseta. A carico di Rizzo sono scattate le manette ai polsi, e su ordine del Pm,  nuovamente posto ai domiciliari.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su